The Whispering Room: Nordavon – La battaglia di Batras di Francesco Notaro

Nonostante il raffreddore mi abbia messa K.O. torno per presentarvi il fantasy medievale di Francesco Notaro, Nordavon – La battaglia di Batras, edito da Dario Abate Editore. Per l’occasione ho avuto modo di fare qualche domanda all’autore sul romanzo. Siete pronti?

Data di uscita: 19 Novembre

Acquistalo subito: Nordavon – La battaglia di Batras

Editore: Dario Abate Editore
Collana: I Nuovi Bestseller DAE
Genere: Fantasy/ Medieval Fantasy
Pagine: 462
Prezzo: € 18,70

Una lettera da consegnare, un duca deposto ingiustamente e un regno sull’orlo del collasso. Varuil, unico umano sopravvissuto alla distruzione del suo villaggio, dovrà fare i conti con gli eventi che si sono abbattuti con crudeltà su di lui. Ma non sarà solo: amici di diverse razze e dai caratteri a volte diametralmente opposti lo accompagneranno in quello che sarà il viaggio più importante della sua vita, lungo la sua personale ricerca di una risposta alla domanda che Morx, un nano dal passato misterioso, gli pone una notte: perché agisci?

NORDAVON, La Battaglia di Batras“, opera prima di Francesco Notaro, è stato selezionato tra i romanzi finalisti al primo “Premio Letterario Internazionale Dario Abate Editore“.

Com’è nata l’idea per “Nordavon. La battaglia di Batras”?

Nordavon, come racconto sempre, è nato in campagna.

Da piccolo, mio padre mi portava nel suo orto, per aiutarlo. Ma spesso, anziché farlo, vagavo da solo nelle colline vicine e la mia mente creava storie. Facevo lunghe passeggiate, a volte anche a cavallo, immaginando avventure e gesta eroiche. Poi queste idee sono confluite su carta e, dopo tanti cambi e ripensamenti, è venuta alla luce la storia che oggi puoi leggere tra le pagine del libro.

 

Il protagonista di un romanzo fantasy di solito rispecchia in qualche modo il suo autore, nel tuo caso ti rivedi nei panni di Varuil? Se si, la sua storia è in qualche modo legata al tuo desiderio di intraprendere un’avventura?

No. Forse un tempo mi sarei rivisto in Varuil ma, ad oggi, non più.

Di lui, posso affermare con fierezza, mi è rimasta soltanto la sbadataggine, che gli vale il titolo di “Testavuota”. Ad oggi, mi sento più affine ad un personaggio secondario, Sanekir.

 

La mappa di Nordavon è davvero interessante e come tutte le mappe legate ai libri fantasy permette al lettore di viaggiare con la mente attraverso le lande protagoniste dei racconti che legge. L’unico limite imposto dalle mappe è sempre il loro confine fisico, quello che spinge sempre di più a fantasticare su cosa ci sia oltre i limiti della pergamena, nel tuo caso puoi dirci cosa si cela oltre la piana della desolazione?

Nordavon è un continente che fa parte di un mondo molto più vasto. Per rispondere alla tua domanda, oltre la Piana della Desolazione vi sono lande ghiacciate, un tempo dimora di un popolo fiero e prosperoso.

Durante la Guerra della Caduta, svoltasi circa 400 anni prima gli eventi narrati nel romanzo, furono invase e distrutte e di esse rimangono soltanto rovine, dove visitate da cacciatori di antichi tesori e popolate da creature ostili e pericolose.

 

Nordavon sembra essere un mondo in cui le ingiustizie vanno affrontate a fil di spada, una cosa che di certo non si può fare nel nostro mondo attuale in cui pensare di ribellarsi è utopia. Dietro questa storia si nasconde forse una tua ricerca di riscatto? 

Nel regno di Peitr, luogo cui si sviluppa la storia di Varuil, le ingiustizie non mancano e, nell’epoca in cui si svolgono gli eventi, l’assenza di autorevoli governanti ha condotto a violenza e brigantaggio.

Uno dei temi affrontati nel romanzo è proprio attinente alla domanda che poni: la ribellione violenta è davvero la soluzione ai problemi di un popolo? Lo stesso vale per me. Raramente il vero ”riscatto” può essere ottenuto con una cieca ribellione. 

NB: Chi acquista il romanzo può contattare l’autore, il quale, dopo avermi mostrato prova dell’acquisto (screenshot, foto) del cartaceo o dell’ebook, spedirà, a sue spese e nei limiti della sua disponibilità, la mappa in carta pergamenata del continente Nordavon, all’indirizzo di preferenza indicato. Ecco i canali tramite cui contattare Francesco Notaro:

Facebook: Francesco Notaro | Instagram: fra_nordavon | Email: [email protected] com

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Review Party: La verità è che non ti odio abbastanza di Felicia Kingsley Successivo A tu per tu con Omar Viel