Un libro per due #8: La sorella di Louise Jensen

Si può mai dire di conoscere veramente una persona, di conoscerla davvero fino in fondo?

IL ROMANZO

Acquistalo subito: La sorella

Le ultime parole di Charlie continuano a perseguitare la sua migliore amica Grace, che non è più la stessa da quando lei è morta. Grace è una giovane maestra che vive tranquilla con Dan, conosciuto ai tempi del liceo. È una ragazza piena di sensi di colpa, perché si è sempre sentita responsabile della scomparsa delle persone che ha amato, persino di quella della sua migliore amica Charlie. Loro due avevano un legame speciale fin da ragazzine, quando avevano nascosto insieme la misteriosa memory box di Charlie. Ora quella scatola piena di segreti è l’unico oggetto rimasto a Grace come ricordo. Al suo interno, ha trovato la lista dei desideri dell’amica: il primo sarebbe stato ritrovare il padre che non aveva mai conosciuto. Per lealtà verso quella che per lei è stata una sorella, Grace decide dunque di indagare e ben presto si imbatte in un’altra donna, Anna, che sostiene di essere la vera sorella di Charlie. Sarebbe bellissimo ritrovare una famiglia, ma il suo arrivo è accompagnato da segnali inquietanti. Gli oggetti scompaiono. Arrivano telefonate silenziose nel cuore della notte. Messaggi minacciosi. Persino Dan si comporta in modo strano. E Grace è sicura che qualcuno la segua. È tutto nella sua mente o succede davvero? Per darsi una risposta, Grace inizia un agghiacciante viaggio nel proprio passato. E in quello della ragazza che credeva di conoscere come se stessa.

Let’s talk about “The Sister”

Si può mai dire di conoscere veramente una persona, di conoscerla davvero fino in fondo?

Rieccoci io e Sara di Bookspedia con una nuova lettura. Il lunedì si tinge di nero con il thriller di Louise Jensen, “La sorella”, pubblicato da Sperling and Kupfer. Louise Jensen ci trascina dentro l’occhio del ciclone, portando a galla oscure verità che è meglio tenere nascoste.

Grace ora è una donna vulnerabile in via di guarigione. Dopo la morte della sua migliore amica niente è stato più lo stesso, neanche l’amore di Dan è riuscita a smuoverla e spingerla a lottare per sopravvivere, tornare a vivere. Charlie ha portato via con sé la sua parte migliore, quella di una Grace ancora spensierata, che nonostante tutto aveva ancora fiducia nel futuro. Ancora oggi si tormenta per la scomparsa della sua amica. È come se non riuscisse a tenersi stretta coloro che ama, ma in qualche modo, finisce sempre e comunque per perderli. Come suo padre anche Charlie se n’è andata, all’improvviso, come una follata di vento che arriva e spazza via ogni cosa.

Il legame tra lei e Charlie era speciale. Avevano sogni ancora da realizzare, così tanto da offrire, per questo motivo Grace riporta a galla la loro capsula del tempo per portare a termine la lista dei desideri della sua migliore amica, che ha sempre rimpianto di non aver mai conosciuto suo padre. Sente di doverglielo. Charlie per lei è sempre stata una sorella, oltre ad essere la sua roccia.

Una bugia resta sempre una bugia anche se serve a consolare qualcuno? Una bugia dopo l’altra. Se fossero mattoni, potrei costruirci un muro.

La vita di Charlotte non è mai stata facile. Alle prese con sua madre in preda alla disperazione che soffoca con l’alcool, la ragazza ha sempre cercato di essere indipendente, ma quando si è giovani si ha anche bisogno di una figura in grado di guidare la persona. Per Charlie quella persona è Grace, la sua unica e sola amica, che la comprende e coglie le sottili sfumature sfuggite nel corso degli anni ad altre persone e questo discorso vale anche per l’altra, soltanto Charlie riesce a capire quanto sia difficile convivere con un dolore fin troppo grande da faticare a contenerlo.

È facendo delle ricerche che Grace si imbatte in una donna, Anna, che dice di essere la sorella della sua migliore amica. A primo impatto Grace non le crede, non è possibile che Charlie le abbia nascosto un dettaglio del genere, eppure in quel viso vede qualcosa della sua amica e per questo motivo decide di fidarsi, di dare una chance a quella persona e vedere se è davvero così. La ospita perciò a casa sua per darle una mano e attraversare il momento difficile che sta passando. La presenza di Anna infastidisce però il compagno di Grace, Dan, che non riesce a sopportare la donna e cerca in tutti i modi di evitarla. Grace non coglie l’astio del suo fidanzato nei confronti della sorella della sua amica, è tutto ciò che le resta di lei.

Il mio dolore è ancora così vivo e così grande che temo straripi, allaghi i binari e travolga tutti coloro che incontrerà sulla sua strada.

L’equilibrio che era riuscita a conquistare comincia a sfaldarsi, minacciato sempre più dalla presenza di Anna, che in breve tempo è riuscita a mandare a monte ogni tentativo di recupero. Dietro al percorso di Grace vi è un duro lavoro che di certo non può essere spazzato così, per quanto tenti di salvaguardare le apparenze, è chiaro che anche lei percepisce la terra mancarle sotto i piedi. È come se il suo desiderio di avere a tutti i costi Charlie si fosse tramutato in un vero e proprio incubo dal quale non ha scampo ed è allora che comincia a vedere le crepe, i lati oscuri di una esistenza su cui credeva di avere il controllo e che invece mostra artigli affilati, talmente taglienti, da averla ferita per tutto questo tempo senza neanche accorgersene.

Non è solo l’amore a rendere ciechi, ma anche la fiducia che Grace ha risposto in coloro che le stanno accanto. Non avrebbe mai creduto che la prima pugnalata alle spalle gliel’avrebbe data proprio Dan, il suo compagno, e che di lì a poco anche Anna si sarebbe mostrata per ciò che è in realtà, portando alla luce segreti che la metteranno a dura prova.

Ho vissuto di rimpianti e di sensi di colpa. Ma la paura di morire mi ha fatto tornare nel presente, e voglio rimanerci.

L’esperienza ha aiutato a maturare Grace, che ha scoperto di essere molto più forte di quanto pensasse. Ora sa che può contare solo sulle sue forze e di essere la vera artefice del suo destino. Davanti la attende un libro tutto da scrivere e un mondo che attende soltanto di essere esplorato.

“La sorella” è un segreto che è meglio non conoscere e un pretesto dell’autrice per dipingere il ritratto di una famiglia a pezzi e di una donna vulnerabile alle prese con il dolore derivante dalla sua perdita. Per Louise Jensen la verità è nascosta davanti agli occhi, celata da una sottile pattina che non permette di percepirla. Tutti i tasselli per ricostruire il puzzle sono sempre stati lì, nelle mani della madre della sua migliore amica, eppure Grace non è riuscita ad andare oltre.

L’autrice sottolinea quanto spesso fidarsi sia un bene, ma non farlo sia ancora meglio. La fiducia che Grace ha riposto in Dan ha finito per non permetterle di non leggere tra le righe, non accorgersi di ciò che stava succedendo in casa sua e lo stesso discorso vale per Anna, la donna a cui deve il suo inferno. Tutto sommato è un romanzo che si legge in breve tempo grazie allo stile dell’autrice che permette di calarsi nel cuore della storia e venire risucchiati da essa. Nonostante, a tratti, fosse prevedibile Louise Jense riesce a sviluppare una storia ingarbugliata che si snoda lentamente senza lasciare nulla al caso.

***
Non perdetevi la recensione di Sara di Bookspedia!

 

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

May the Force be with you!
Precedente #Segnalazione: Il giorno prima di morire di Alessandro Furlano Successivo Segnalazione: "Into the Dark" di Annabelle Lee (Self Publishing)