Top of the month #01: I preferiti del mese di gennaio di Deborah

 

Si è appena concluso il primo mese del nuovo anno, gennaio è volato via veloce tra nuovi inizi, nuovi obbiettivi e nuove letture. Dopo un lungo periodo travagliato sembra essere tornata anche per me un po’ di tranquillità, non vorrei urlare perché gli imprevisti e le persone malvagie rimangono sempre nell’ombra a tramare…Gennaio è stato un mese in cui mi sono tuffata in letture interessanti, quasi tutti i libri si sono rivelate bellissime scoperte, anzi, potrei aver incontrato di già uno dei miei romanzi preferiti del 2020!

 

  • ROAD TO…THE WINNER OF THE MONTH – romanzo PREFERITO

Affari di famiglia è una lettura meravigliosa di cui parleremo presto, è proprio lui il romanzo  candidato ad essere uno dei più belli del mio 2020! Mi sono follemente innamorata dell’ironia della protagonista, la contessa Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna è un personaggio davanti al quale non si può di certo rimanere indifferenti. Ho amato lo stile di scrittura di Francesco Muzzopappa e tutte le risate che mi ha regalato.

 

 

  • ROAD TO… PINK POWER – A TUTTO ROMANCE

Anche in questo mese ho trovato spazio per il genere romance, genere che al momento non mi sta molto appassionando! Nonostante l’aspettativa e i diversi dubbi che nutrivo in relazione alla serie firmata da Sky Warren, l’ultimo volume non mi è proprio piaciuto, anzi ha urtato la mia sensibilità.

 

 

  • road to…the unforgettable – i tre indimenticabili

Ecco i miei tre romanzi indimenticabili del mese appena trascorso! Il mondo perduto è stato un thriller da brivido, amo i dinosauri e amo Michael Crichton, ovviamente non è stato epico come Jurassic Park ma comunque un’ottima lettura. Petrademone è un’avventura imperdibile, un mondo favoloso, una storia ricca di emozioni e sentimenti. Fermate il boia è stata la mia lettura classica di gennaio, vorrei leggere un classico ogni mese chissà se riuscirò a mantenere fede al mio impegno!

 

 

  • road to…new friends – personaggi preferiti

La contessa Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna. Ironica, altezzosa e snob. Un personaggio unico ed inimitabile con cui non ti stancheresti mai di discorrere.

 

 

  • road to…something indelible – la citazione

Orlando, posso permettermi una confidenza?
Ne sarei onorato.
A volte mi chiedo perché dall’alto dei cieli ce l’abbiano così tanto con me. Sono una filantropa attiva e presente, abbraccio marmocchi controvoglia ma sempre con il sorriso sulle labbra. Sono pronta a dispensare strette di mani anche a perfetti sconosciuti e se vedo una mosca in camera, apro la finestra e cerco di farla uscire di sua spontanea volontà e senza usare il Vape. Perché tanto accanimento?

– Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna

 

 

  • road to…a book in a pic – una foto librosa

Scattare foto al chiuso in inverno è sempre una battaglia per trovare la giusta luce, per questo sono un po’ frenata con le foto librose in questo periodo anche se ci provo! La mia preferita di questo mesa è dedicata a Il mondo perduto, supportata dai cactus Ikea e dai miei unici (per il momento) pop dei dinosauri.

 

 

  • road to…the moon and back – dipendenza da serie tv

Negli ultimi mesi ho incrementato il numero di serie tv in visione e ne sono felicissima! Per il momento ho abbandonato Supergirl e iniziato Sabrina, mi piace molto la nuova versione di Netflix anche se la guardo a rilento. Proseguo Lucifer, purtroppo si sta avvicinando sempre di più la fine, mi mancherà tantissimo il diavolo! Sono inaspettatamente molto presa da The Good Doctor, una serie davvero intensa ed emozionante.

 

 

  • road to…all we hear is radio ga ga – una canzone

All we hear is radio ga ga, radio goo goo, radio ga gaaaa…la canzone che ho ascoltato di più questo ultimo mese è uno dei grandi capolavori dei Linkin Park, Final Masquerade. E niente, proverò sempre una tristezza infinita al pensiero che non potrò mai sentire dal vivo la voce di uno dei miei cantanti preferiti…

 

 

  • road to…the world – diario di una viaggiatrice

Gennaio non è stato un mese particolarmente avventuroso, tranne i primi giorni che ho trascorso tra le mie amate montagne, tra neve, sole e sci! Protagonista di questo scatto è sua maestà il Monte Disgrazia, un panorama spettacolare alla partenza della pista Sasso Nero che non credo rivedrò molto presto a causa delle mie principianti doti da sciatore!

 

Come è andato il vostro mese?

 

 

May the Force be with you!
Precedente Music Monday: Fetish di Kaoru Fujiwara (Star Comics) Successivo Let's talk about: Ai sopravvissuti spareremo ancora di Claudio Lagomarsini