Cuore d’inchiostro di Cornelia Funke | Recensione di Deborah

 

 

 

 

Da quando aveva visto Basta puntare il coltello alla gola di suo padre, era come se il mondo avesse una macchia, una bruciatura nerastra, fetida e ancora sfrigolante, che si allargava sempre di più corrodendone la bellezza

 

Titolo originale: Tintenherz

Autore: Cornelia Funke

Editore: Mondadori

Genere: fantasy, avventura

Prezzo: 10.00 €

Pagine: 504

Acquistalo subito:Cuore d’inchiostro

 

Trama:

La protagonista è una ragazza di nome Meggie la cui vita subisce un drastico cambiamento quando scopre che suo padre, un rilegatore di nome Mortimer, ha l’insolita capacità di far uscire i personaggi dai libri leggendoli ad alta voce. Un bandito di nome Capricorno, fatto uscire per errore dal libro “Cuore d’inchiostro”, perseguita Mo e Meggie per sfruttare la sua prodigiosa voce. Nove anni prima, dal libro erano usciti anche il brigante amico di Capricorno, di nome Basta, e un mangiafuoco, di nome Dita di Polvere con la sua martora cornuta, mentre erano entrati Resa, moglie di Mo e madre di Meggie, e i suoi due gatti. I personaggi affrontano moltissime peripezie, tradimenti, fughe e prigionie in una corsa contro il tempo…

 

Recensione:

Ero molto curiosa riguardo questo romanzo, avevo sentito parlare molto bene e non sono rimasta delusa dalla lettura. Si tratta di un libro scritto principalmente per ragazzi e questo si percepisce molto rispetto agli young adolut. Mi è piaciuto anche se mi aspettavo qualcosa di più, forse perché ho costruito aspettative troppo alte sulla base di pareri altrui e questo non è sempre un bene. Se siete appassionati di fantasia credo che apprezzerete molto questo romanzo soprattutto se siete giovanissimi. Ho adorato il fatto che protagonista di questa avventura fosse il libro, “Cuore d’inchiostro”,  tutto si svolge in virtù di esso, ma i romanzi in generale sono fondamentali per i protagonisti. Meggie è cresciuta con la passione per la carta stampata, ereditata da suo padre Mortimer, rilegatore e restauratore di libri, la zia della ragazzina invece è una donna solitaria che colleziona libri antichi e preziosi, casa sua è praticamente una biblioteca, il sogno di ogni lettore! I personaggi sono molto interessanti, sia i buoni e sia i cattivi. I protagonisti mi sono piaciuti molto, un buon mix di età diverse, gli antagonisti lì ho trovati appropriati per il loro ruolo e davvero spietati. Il mio personaggio preferito è Dita di Polvere, fatto apparire da Cuore di inchiostro, sono entrata in empatia, lo considero una figura complessa. Inizialmente non provavo simpatia per lui, ma poi conoscendolo sempre più a fondo ho fa riflettuto e compreso il suo disagio di vivere nel nostro mondo a cui non appartiene. Mi sono piaciute moltissimo le descrizioni, specialmente alla fine quando ci troveremo circondate dalle creature fantastiche del libro. La storia mi ha intrigata, è una combinazione vincente di realtà e fantasia. In alcuni tratti per un lettore cresciuto le varie problematiche  possono apparire scontate. La dote di Mo e Maggie è meravigliosa e spaventosa allo stesso tempo, chi è che non vorrebbe poter conoscere dal vivo i protagonisti dei propri romanzi

 

 

 

Salva

Lascia un commento
Precedente ANTEPRIMA: Il valzer degli alberi e del cielo di Jean-Michel Guenassia (Salani Editore) Successivo Segnalazione: "Il giardino di Mattia" di Daniela Ippoliti