Oceania | Recensione di Deborah

cinema_oceania

 

OCEANIA

Titolo originale: Moana

Anno: 2016

Data di uscita: 22 dicembre

Durata: 107 minuti

Genere: animazione

Regia: Ron Clements, John Musker

 

Interpreti e personaggi:

  • Emanuela Ionica: Vaiana Waialiki (voce)
  • Chiara Grispo: Vaiana Waialiki (canto)
  • Sophie Giuliani: Vaiana Waialiki (bambina)
  • Fabrizio Vidale: Maui
  • Roberto Pedicini: Tui Waialiki
  • Micaela Incitti: Sina
  • Angela Finocchiaro: Nonna Tala
  • Raphael Gualazzi: Tamatoa

 

Trama:

Tremila anni fa, i più grandi navigatori al mondo attraversavano lo sconfinato Oceano Pacifico, alla scoperta delle numerose isole dell’Oceania. Ma poi, per un millennio, i loro viaggi cessarono – e ancora oggi, nessuno sa il perché. Da Walt Disney Animation Studios arriva Oceania, un’entusiasmante avventura d’animazione incentrata su una vivace adolescente di nome Vaiana, che s’imbarca in una coraggiosa missione per salvare il suo popolo. Durante il suo viaggio, s’imbatterà nel semidio in disgrazia Maui che la guiderà nella sua ricerca per diventare una grande esploratrice. Insieme, i due attraverseranno l’oceano in un viaggio pieno d’azione, che li porterà ad affrontare enormi creature feroci e ostacoli impossibili e, lungo il percorso, Vaiana porterà a compimento l’antica ricerca dei suoi antenati e troverà l’unica cosa che ha sempre desiderato: la propria identità.

 

Recensione:

Un’amante dei cartoni Disney come me non  poteva perdersi la visione del nuovo film di animazione Oceania, uscito da poco nelle nostre sale cinematografiche. Già dal trailer mi aveva incuriosita tantissimo, personaggi ed effetti erano davvero intriganti ed in più un’ambientazione nuova, diversa con protagonista il mare. Il mare, l’oceano è una mia grande passione, mi affascina e cattura tutto quello che vi è legato. Oceania mi ha davvero emozionata, tanti sentimenti colori ed effetti speciali rendono il tutto magico. La magia è ovunque, nei luoghi da favola incontaminati, nelle tradizioni e memorie perdute di un popolo antico, nell’essenza stessa del mare, negli dei creatori. I personaggi sono davvero tutti simpaticissimi. Abbiamo la protagonista Vaiana, fin da piccola attratta dall’oceano, ha sempre sognato di solcare le acquee e abbandonare la sicurezza della baia della sua isola. Il suo rapporto e relazione con il grande oceano è profonda, esso sceglierà la ragazza per sconfiggere l’oscurità che avanza e distrugge. Vaiana sarà abbastanza tenace e coraggiosa per portare a termine la missione? La famiglia di Vaiana guidano l’intera comunità dell’isola. La madre, una persona positiva e comprensiva; il padre invece forte e risoluto tenterà in tutti i modi di tenere la figlia lontano dalle acque per paura. La nonna è una sagoma, particolare se non un pò svitata, è l’unica persona che supporta e guida veramente la protagonista nei momenti più critici. Maui, semidio del vento e del mare, un mutaforma che ha il potere di mutare per l’appunto in diverse creature, ruberà il cuore della dea madre causando caos e scompiglio. La missione che l’oceano affida a Vaiana sarà di restituire alla Dea il proprio cuore in modo da ripristinare l’equilibrio e la fertilità delle terre con l’aiuto del malandrino che compì il misfatto. Il viaggio è da subito ricco di insidie e pericoli, momenti critici che i personaggi affronteranno insieme. Ed è proprio il viaggio la parte migliore, a mio parere, del film. Il momento durante il quale i protagonisti cambiano, comprendono sé stessi; il viaggio è il lasso di tempo più importante, più del raggiungimento della meta perché un traguardo va raggiunto ma dipende come lo si fa. Cartone animato consigliato a tutti, grandi e piccini!

 

Salva

Lascia un commento
Precedente A tu per tu con Giuseppe Russo Successivo Recensione del film - Assassin's Creed : Il tuo passato è il tuo destino