Il cuore a oriente di Giulia Santagata | Recensione di Deborah

 

 

 

Autrice: Giulia Santagata
Titolo: Il cuore a oriente
Pagine: 135
Prezzo ebook: 0.99 €
Prezzo cartaceo: 5.72 €

ACQUISTALO SUBITO:IL CUORE A ORIENTE

Trama:

Adele lavora in una società di informatica britannica, ha un ragazzo a cui vuole bene e una vita che le va un po’ stretta. La sua routine viene rivoluzionata quando, per un equivoco, viene mandata a seguire un nuovo progetto dall’altra parte del mondo: in India. Un mondo sconosciuto e inesplorato, che la metterà di fronte alle proprie paure e ai propri desideri. Chick-lit con una spruzzata di esotismo.

 

Recensione:

Lettori, benvenuti!

è un grande piacere parlare del romanzo Il cuore a oriente, scritto da Giulia Santagata.  Si tratta di un romance molto coinvolgente, ironico ed esilarante, siete pronti a salpare per un altro continente? Alla fine un quesito con sorpresa vi aspetta!

 

Write, guys and setting.

Lo stile di scrittura di Giulia Santagata è davvero brillante, divertente ed appassionante. A tratti mi sembrava di essere immersa in uno dei romanzi ironici e divertenti di Sophie Kinsella! L’autrice riesce a trasportare il lettore tra le pagine e coinvolgerlo a pieno nella vicenda. Il romanzo scorre fluido ed è ben strutturato. Essendo un libro breve temevo si sentissero molto gli stacchi temporali, oppure la storia risultasse accennata e non approfondita, vi assicuro che non è così! I personaggi svolgono bene il loro ruolo nella vicenda, sono ben caratterizzati e non possono lasciare il lettore indifferente, specialmente la protagonista, Adele. L’ambiente è tutto da scoprire, un piccolo viaggio attraverso una città tipica dell’India, colori, profumi, pregi e difetti.

 

Adele si gira verso il comodino e il suo cuore manca un battito: i led della sveglia segnano le nove di mattina, con i puntini dei secondi che lampeggiano e aggiungono altro tempo a quello già passato.

 

Adele è immersa nella lettura di un romance che la ha completamente catturata. Presa dalle emozioni, dopo la conclusione del libro, è pronta a impostare la sveglia ed andare a dormire. Le 9:00 am. Adele dovrebbe già essere sul posto di lavoro! Disperata afferra dall’armadio i primi vestiti che riesce ad agguantare; il viso è un disastro, provato dalla notte insonne, proverà sui mezzi a sistemarlo con un trucco veloce. La ragazza non riesce minimamente a prestare attenzione al proprio capo durante l’importante riunione, è distratta e assonnata ma alla fine si accorge che è stata posta una domanda. Si sforza di concentrarsi su l’ultima argomento che pensa essere stato oggetto di discussione, con una domanda mostrerà a tutti la sua attenzione e partecipazione. Qualcosa però non andrà proprio secondo i suoi piani.

 

Potrei prendermi un sacco di malattie sconosciute e infettive, magari incurabili! Judith voglio morire! Anzi, morirò sicuramente quando sarò lì!

 

Adele in breve tempo si ritrova su un aereo diretto a Pune, India. La domanda per cui aveva alzato la mando in realtà era una richiesta di volontari per seguire l’apertura di una nuova sede dell’azienda. Adele ha paura, pensa di fallire e non vuole lasciare la sua noiosa routine, la sia migliore amica Judith e il suo ragazzo John. In realtà lasciare John in patria non si rivela un problema, gli vuole bene ma non sa se è amore. Tra vari disguidi riesce ad arrivare a Pune, subito è avvolta dagli odori e dai colori dell’India.

 

Dall’altra parte, una stanza gremita di persone che aspettano Adele per sapere come saranno i loro prossimi mesi di lavoro.

 

Il primo giorno Adele è spaventata, agli occhi dei giovani dipendenti si mostra risoluta e severa. Illustrando l’ambizioso piano di lavoro, Logan, le mette davanti agli occhi l’ipotesi di non essere estremamente rigida con i ragazzi e con le scadenze. I due hanno subito uno scontro, e non sarà l’ultimo. Seguendo il consiglio di James, il suo affascinante collega, Adele mantiene il pungo di ferro con i suoi dipendenti, spronandoli a dare sempre di più e farlo con più celerità per rispettare le tempistiche. Nonostante tutto le scadenze di lavoro non vengono mai rispettate.

 

L’unico motivo valido per non stare qui in ufficio è che siete in ospedale! E anche in quel caso, solo per il tempo strettamente necessario, poi vi voglio di nuovo qui!

 

Adele è stotto pressione, non riesce a capire fino in fondo la cultura delle persone che lavorano per lei, non ascolta i consigli che le sono elargiti da Logan. Logan invece decide di avvicinarsi ad Adele al di fuori del lavoro per mostrarle la fetta di India che li circonda, cercando di trasmettergli parte della sua cultura. Con il tempo Adele riesce ad avvicinarsi di più a questo mondo, inizia ad essere più comprensiva verso i suoi dipendenti, ed anche se rimangono a distanza degli obbiettivi vanno verso il continuo miglioramento. Nel frattempo l’aitante James ha posato gli occhi e gli artigli sulla ragazza, Adele è attratta dall’uomo ma non fino in fondo. Nel suo cuore si sta facendo spazio Logan, ma il tutto è fin troppo complicato. Ci aspettano svariati retroscena e  difficoltà, alla fine ci sarà l’happy ending?

 

I colleghi la spingono e la incitano, e Adele senza quasi volerlo si trova in mezzo a un musical di Bollywood, con la folla intorno a lei che saltella e rotea.

Lettori, un’immersione nel mondo di Adele e Logan, in un India dalle mille facce e dai mille volti. Ho trovato che il romanzo sia una piccola perla, non un semplice romance ma bensì una lettura divertente ed ironica ambientata in un continente lontano e bellissimo. Mi sarebbe piaciuto tanto fosse un romanzo più corposo, proprio perché mi sono affezionata tanto ai protagonisti e lo stile di scrittura dell’autrice mi ha catturata. Consigliato davvero!

 

 

 

 

Petrificus Totalus!

 

Lettori, ci siamo! Per avere la possibilità di ricevere una copia cartacea di questo romanzo dovete rispondere in modo simpatico ad una piccola domanda. Sbizzarritevi, avete tempo fino alle 24 di domani! 

 

-Immagina di essere un regista di Bollywood, inventa il titolo del tuo film e descrivici brevemente la trama!

Non vediamo l’ora di leggere le vostre risposte, in bocca la lupo lettori!

 

 

May the Force be with you!
Precedente Amore a prima copertina – Cover love #10 Successivo #ANTEPRIMA: Verso la basa di Kate Stewart