Jurassic Park | Recensione di Deborah

 

Il parco di divertimenti più avanzato del mondo intero, integrato con le più recenti tecnologie. E non parlo di giostre e baracconi, quelle ce le hanno tutti – no! – noi abbiamo creato delle attrazioni biologiche viventi, così stupefacenti che cattureranno l’immaginazione dell’intero pianeta!

 

Jurassic Park

Regia: Steven Spielberg
Genere: avventura, fantascienza, thriller
Anno: 1993

Il magnate statunitense John Hammond ha realizzato in gran segreto, sull’isola Nublar, al largo del Guatemala, il parco divertimenti più ambizioso e fantastico della sua vita. Grazie al dottor Wu, uno scienziato cino-americano esperto di clonazione e ricostruzione del DNA, ha riportato in vita, utilizzandone il sangue trovato in alcune zanzare vissute nel Giurassico, alcune specie di dinosauri, erbivori e carnivori. Per ottenere l’approvazione finale degli azionisti del grandioso progetto, specie in termini di sicurezza dei visitatori e pertinenza degli aspetti scientifici, Hammond invita per un week-end nell’isola il dottor Alan Grant, un esperto paleontologo; Ellie Sattler, paleobotanica; l’avvocato Donald Gennaro, in rappresentanza degli azionisti; un matematico, Ian Malcolm; i due suoi nipotini, Lex e Tim…

 

 

Negli ultimi giorni di relax in città sono riuscita a vedere e rivedere diversi film, mi sono concentrata su quelli dedicati ad animali preistorici tra dinosauti e squali. In questo ambito poteva mai mancare il più grande dei capolavori? Ma ovviamente no, Jurassic Park!!! Era davvero molto tempo che non mi immergevo più in quelle atmosfere anni 90 create da Steven Spielberg, ed è stata una grande emozione. Oggi più che un vera e propria recensione, chiaccheriamo un pò di questo grande capolavoro!

 

Risultati immagini per Jurassic park gif

 

Ritornare nel parco creato dal genio un pò folle e sognatore di John Hammond è stato meraviglioso, ripercorrere le tappe di inizio alla scoperta dei dinosauri è sempre molto affascinante, non importa quante volte si è già visto il film. Sì, ammetto di avere una particolare affinità con il genere e una velata dipendenza da Jurassic Park! Fin da bambina lo guardavo e riguardavo rimanendo sempre affascinata, non ero minimamente impressionata dal sangue e dalle morti, solo desiderosa di vedere dal vivo un dinosauro, magari il mio preferito: il T-Rex.

 

Immagine correlata

 

Gli effetti speciali non sono sicuramente quelli che la tecnologia riesce  partorire adesso, ma comunque non ho percepito tutta questa mancanza, trovo che nonostante sia stato girato negli anni 90 i dinosauri siano davvero ben ricostruiti. Caso vuole che è capitato a pennello questo rewatch, ho trovato Jurassic Park trasmesso in tv  proprio mentre stavo leggendo il romanzo! In questo modo ho potuto notare alcune differenza tra libro e film, quella che mi è sembrata più di impatto riguarda Ian Malcom. Ammetto che Malcom è tra i miei personaggi preferiti del film, pungente, ironico e divertente è un gran bel personaggio, mentre nel romanzo non è così incisivo e di spessore. Mi ha colpito proprio questa differenza, forse molto è dovuto anche all’in terpretazione di Jeff Goldblum!

 

Risultati immagini per Jurassic park gif

 

Non c’è che dire, dovrò assolutamente ritornare presto a Jurassic Park per cogliere tutte le differenze dopo aver ultimato la lettura del romanzo. Questo film rimane sempre un grande capolavoro in cui rifugiarsi, da vedere e rivedere. Io sono sempre dalla parte dei Dino!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Il diner nel deserto di James Anderson | Recensione di Deborah Successivo BLOGTOUR: La fragilità degli angeli di Gigi Paoli - 5 motivi per leggere il romanzo