REVIEW PARTY: Verso la base di Kate Stewart | Recensione di Deborah

 

#REVIEW PARTY

25 settembre 2017

 

Dicono che le cose arrivano a chi sa aspettare, e mentre scendevo verso l’uscita, riuscivo solo a pensare che avevo aspettato troppo.

 

Titolo originale: Anything but minor

Autrice: Kate Stewart

Serie: Balls in Play #1

Pagine: 245

Prezzo: 4.99 €

ACQUISTALO SUBITOVERSO LA BASE (BALLS IN PLAY VOL. 1)

Trama:

Alice Boyd si è trasferita a Charleston per diventare un’istruttrice di volo, pensando di trovarsi a vivere un’esperienza alla Top Gun, ma scoprirà molto presto che la realtà è ben diversa.
Nonostante tutto, è determinata a fare di ogni giorno il migliore della sua vita, soprattutto dopo essere finalmente riuscita a sottrarsi al controllo della madre, un po’ troppo opprimente.
Vuole sperimentare tutto ciò che la nuova città ha da offrire, inclusa la squadra di baseball e il suo lanciatore di punta, Rafe Hembrey. Rafe non è pronto per i sentimenti che Alice risveglia in lui. È ancora in attesa della convocazione nella Major League, e quella in corso dovrebbe essere la sua stagione decisiva. Eppure scopre che c’è qualcos’altro nella sua vita che può renderlo felice…

 

Recensione:

Lettori, benvenuti!

eccoci qui per festeggiar e il Review Party del nuovo romanzo Verso la base scritto da Kate Stewart ed edito da Triskell Edizioni. La storia di Alice e Rafe è un’avventura vera e propria, romantica ed intrigante ambientata nel sud degli Stati Uniti. Siete pronti ad afferrare mazza e guantone?

 

Nell’ultima settimana, in quella nuova città, in compagnia di me stessa, mi era sentita a casa come non mai.

 

Write, guys and settings.

Lo stile di scrittura di Kate Stewart è molto fresco e giovanile, le pagine scorrono veloce a suon di battute ironiche, situazioni comiche e molto altro ancora. Mi è piaciuto tantissimo che questa storia d’amore sia stata un continuo crescendo, dal niente al tutto, senza tragedie greche nel mentre. Mi è sembrata potesse essere una relazione vera! Tra Alice e Rafe ci sono tantissimi momenti hot, descritti senza mezzi termini, non mi sono risultati fastidiosi o fuori luogo. Charleston è descritta come una piccola bomboniera, paesaggi diversificati e affascinanti, ho davvero voglia di visitarla! Ho adorato tantissimo la protagonista Alice, una nerd asociale che combatte per iniziare a vivere davvero la propria vita. Mi sono rispecchiata tantissimo in lei, nella sua “nerdaggine” e nell’essere molto spesso ingenua e fuori luogo.

 

Occhi in cui ardeva il fuoco e dei quali volevo nutrirmi. Andy chiaccherava e io le studiavo il profilo.

 

Alice decide di lasciare le grinfie della madre puritana per iniziare a vivere la sua vita, si trasferisca a Charleston e insegnerà ai piloti di aereo a volare. Tutto è nuovo e bello per Alice, inizia a vivere a pieno, la solitudine non la spaventa e continua a fare esperienze per la città. Trova per caso un volantino che sponsorizza una partita di baseball della squadra locale appartenente alla Minor League. Non conosce niente di questo sport ma va e si diverte un sacco, conosce una signora simpatica Duntch, la prende sotto la sua ala protettrice. Quel giorno i suoi occhi incontrano quelli famelici di Rafe.

 

In un certo senso era gratificante, ma l’aria aperta mi mancava. Mi mancava volare, anche se mi rifiutavo di ammettere che aver accettato quel lavoro era la scelta sbagliata.

 

Rafe è folgorato dalla nuova e strana ragazza che Duntch, la sua tifosa numero uno, ha avvicinato. Quando la incontra al bar ha ormai messo gli occhi su di lei, deciso a renderla sua, una della tante donne che abitualmente cadono ai suoi piedi. Ancora non sa che Alice è diversa, è una ragazza speciale che gli farà perdere la testa. I due si incontrano spesso nella cittadina, inoltra la ragazze segue ogni sua partita. Rafe ci prova in tutti i modi con Alice, ricevendo sempre due di picche. Non riesce a capire il perché di tutti quei rifiuti, Alice invece lo allontana per paura di rimanere coinvolta. Sa bene che se si avvicinerà a quella montagna di muscoli il suo cuore non riuscirà a non farsi coinvolgere. Soluzione? Fingersi lesbica. Per un pò questa scusa funziona, Rafe è molto scoraggiato fino a che l’amica non gli apre gli occhi. Il ragazzo torna all’attacco perché ormai si sente troppo coinvolto da quella ragazza così diversa e particolare. Decide di trascorrere del tempo con lei, tempo per conoscerla meglio e per cercare di oltrepassare quel muro.

 

Quella donna era pazza, una pazza che attirava. In lei non c’era nulla di generico.

 

I due si trovavano davvero bene a trascorrere del tempo insieme, erano sempre più coinvolti l’uno dall’altra. Alice mise bene in chiaro le cose, non voleva rovinare quell’amicizia e perdere quei momenti insieme. Rafe incassò il colpo, ma non si diede per vinto, ormai quella ragazza gli stava entrando nel cuore e non poteva più ignorare i suoi sentimenti. Rafe era restio ad avere legami stabili perché era in attesa della chiamata nella Major League, un sogno inseguito da una vita, ma al cuore non si comanda. Proprio sul campo da baseball, durante una partita no, arrivò il primo bacio, un bacio rabbioso e allo stesso tempo liberatorio. I due giovani non poterono più ignorare quello che era stato tra loro, iniziarono lentamente a frequentarsi.

 

Non c’era mai stato un momento nella mia vita in cui non avevo desiderato essere un pilota. Su quella decisione non avevo mai avuto ripensamenti.

 

Alice e Rafe sono travolti dalla passione e dai sentimenti. Iniziano a stare insieme quando Alice capisce che può fidarsi del ragazzo, nonostante il passato da playboy. Rafe è sempre più innamorato e non riesce quasi a capire come lei gli abbia rubato il cuore. Leggere della loro storia d’amore è stato davvero bello, è un continuo crescendo, senza che ci siano problemi ancestrali di mezzo solo per tenere in sospeso il lettore. Questa è una dei fattori del libro che ho preferito, mi è sembrato meno romanzo e più storia vera. Comunque i due innamorati incontreranno qualche difficoltà come è normale, non ci sono però terzi incomodi (yeeeee!). Charleston è stata la cornice per l’inizio della loro storia d’amore, ma per stare insieme l’ambiente dovrà presto cambiare…perché?

 

Be’, abbi fede, Rafe. Se un cavalluccio marino di trentacinque centimetri può essere monogamo, sono sicura che ci sia speranza anche per te.

 

Lettori, questa era una panoramica su questo nuovo romance! Personalmente lo consiglio, è allegro, frizzante, romantico e sexy. Sottolineo ancora la positività di non trovare tragedie disseminate nel romanzo; la protagonista femminile è davvero una sagoma, non si può non adorare Alice, essendo un nerd asociale l’empatia è stata fulminea. Se il romance è proprio il vostro genere, non perdetevi questa avventura!

 

 

 

 

Salva

May the Force be with you!
Precedente #Segnalazione: L'abbraccio del serpente di G. di Simone Successivo ANTEPRIMA: "Cuore Oscuro" di Naomi Novik (Mondadori)