Let’s talk about: So tutto di te di Clare Mackintosh

Instagram: @brivididicarta | @stambergadinchiostro

Io ti vedo. Ma tu non vedi me. […] Non che abbia qualche importanza: tu e io non avremo mai il genere di relazione che ha bisogno di nomi. […]Un click silenzioso, e sei mia. […] Leggi, ancora. E io ti guardo, ancora.

23 Gennaio 2018

Acquistalo subito: So tutto di te

Editore: Dea Planeta Libri
Data di uscita: 23 Gennaio 2018
Prezzo: € 17,00
Pagine: 400
ISBN:
9788851156480

È il solito viso stanco quello che Zoe Walker, madre quarantenne e divorziata di due figli, intravede riflesso nel finestrino del treno che la sta riportando a casa. È un venerdì come tanti, e dopo un’intera settimana trascorsa ad assecondare un capo impossibile, tutto ciò che desidera è accoccolarsi sul divano tra le braccia del nuovo compagno, Simon. Ma mentre sfoglia impaziente e distratta una copia della London Gazette, la sua mano si blocca di colpo. Perché il volto di donna che pare fissarla da quelle pagine gualcite, un po’ fuori fuoco ma inconfondibile in mezzo alle immagini equivoche delle hotline a pagamento, altri non è che il suo. E se i famigliari insistono che debba trattarsi di un errore o di uno scherzo, Zoe non può fare a meno di restarne turbata, anche quando l’indirizzo web che accompagna la foto si rivela inesistente. La sua inquietudine si trasforma in incubo quando, sullo stesso giornale e corredata dal solito indirizzo Internet, appare la foto di un’altra donna, che in capo a pochi giorni viene ritrovata uccisa alla periferia di Londra. Nessuno, nelle forze dell’ordine o in famiglia, sembra disposto a credere che tra l’omicidio e gli annunci del misterioso sito findtheone.com possa esistere un legame. Ma mentre il conto delle vittime sale inesorabile, il sospetto che quella di Zoe non sia semplice paranoia si fa strada nella mente dell’agente Kelly Swift, abile e impulsiva detective in cerca di riscatto.

“Conosciamo i vostri segreti, le vostre ambizioni, i vostri dati bancari. Cominciate a confidarvi; il bancone di formica diventa un po’ come il divano di uno psicologo. Voi parlate; noi ascoltiamo.

Source: Pinterest

Il lunedì è all’insegna del thriller. Prima vi ho parlato de “Il monastero dei delitti” e ora tocca a “So tutto di te” di Clare Mackintosh, pubbblicato da DeA Planeta Libri.

Quando si tratta di thriller sono la prima ad alzare la mano, perciò quando ho saputo che sarebbe arrivato questo romanzo in Italia ero già pronta con la mia tazza di thè in mano, assaporando le preview che venivano postate su twitter e sperando di saperne il più possibile. Fortunatamente non ho dovuto aspettare tanto.

Le persone che incrociano la nostra strada sono moltissime; è difficile sapere con certezza chi sarà seduto al nostro fianco quando prendiamo la metro o l’autobus o se ci sia qualcuno che, nascosto fra tutti, ci stia studiando, in attesa di un nostro passo falso o del momento opportuno per colpire.

Lo stalking è un problema diffuso e grave, che colpisce tutti, uomini, donne e bambini. Combattere un fenomeno del genere è difficile, anzi, quasi impossibile, dopotutto sono spesso le vittime a rendersi bersagli inconsapevoli del loro predatore ed è in quel momento che la situazione sfugge di mano, degenerando e la vita di una persona si trasforma in un incubo. Lo stalking è una forma di ossessione che si tramuta in una terribile angoscia che paralizza la vittima e la spinge a vedere il pericolo dove non c’è. Chi, anche quando sapeva di essere solo a casa, sentendo qualche rumore strano non ha deciso di andare a chiudere a chiave la porta o controllare che la propria casa sia inaccessibile a chiunque? Figurarsi chi sa di essere osservato.

Una cosa importante per sfuggire alle attenzioni indesiderate di queste persone è sicuramente imparare a riconoscere dove si nasconde il pericolo. Bisogna spendere qualche minuto in più a leggere le piccole clausole dei termini delle licenze di applicazioni e social network, comprendendo quali sono i rischi che si corrono caricando una propria foto o scrivendo uno stato. La geolocalizzazione, per quanto “cool”, è uno dei metodi più utilizzati per conoscere le nostre abitudini, per capire dove siamo durante la giornata e monitorare i nostri spostamenti. Nell’era dove tutto è pubblico e la privacy è diventata solo una parola da usare quando conviene, bisogna cercare di remare controcorrente e tutelare i nostri diritti.

“Sono così stupidi, i pendolari. Sempre chiusi nel loro mondo. Sempre con le cuffiette collegate all’IPod, gli sguardi fissi sul cellulare, o sul giornale.”

Source: Pinterest

Non tutti gli stalker però si servono solo dei social network, alcuni agiscono “alla vecchia maniera”, cercando la propria vittima in giro e solo dopo un accurato pedinamento inizia la vera e propria persecuzione, come nel caso della nostra vittima.

Ci troviamo a Londra, una metropoli frenetica, dove il ritmo della vita di ogni abitante viene scandito dal rumore della metropolitana che parte e si ferma, raccogliendo sempre più passeggeri e depositandone altri ed è questo il terreno di caccia del nostro misterioso stalker.

L’incubo di Zoe Walker comincia nel momento in cui scopre un curioso annuncio di un sito d’incontri che la ritrae come protagonista. Come merce esposta in vetrina, a sua insaputa, è diventata un bersaglio per tutti coloro che si interesseranno a lei, entrando in possesso di tutto ciò che la riguarda. In quel preciso istante la sua normalità svanisce, lasciando il posto ad un vero e proprio cartellone pubblicitario con sopra la sua faccia.

Dall’altra parte abbiamo Kelly Swift, una poliziotta che lavora con i mezzi pubblici e che si occuperà di questa indagine con risolutezza, senza paura di calcare la mano e fare il suo lavoro come si deve, per salvare vite innocenti, vite di donne che sono il bersaglio dell’ennesimo psicopatico organizzato. È grazie alla sua perspicacia che Kelly riesce a scoprire ciò che era sfuggito a molti, collegando casi all’apparenza sconnessi fra loro e dimostrando ancora una volta che una donna è in grado di fare un lavoro migliore di quello di un uomo.

Indubbiamente si nota subito che l’esperienza dell’autrice nelle forze dell’ordine è riuscita a penetrare fra le righe del suo romanzo, arricchendolo con particolari e fatti che soltanto chi ha militato fra le fila dei “buoni” può descrivere e allo stesso tempo mostra il lato crudo di una mentalità distorta. Non solo, Clare Mackintosh riesce a tratteggiare il lato psicologico della vittima, Zoe Walker, mostrandola in tutta la sua vulnerabilità e angoscia quando viene colpita da questa figura misteriosa che sta rendendo Londra un posto pericoloso in cui vivere.

“Tutte quelle telecamere, tutta quella gente intorno. Ma nessuno ti guarda; nessyno presta attenzione agli altri. Ciascuno viaggia chiuso nella sua piccola bolla, ignaro di ciò che accade ai compagni di viaggio.”

Source: Pinterest

La storia ruota al sito di fintheone.com a cui sono connessi gli annunci sul giornale, gli stessi che decretano la sorte di ogni donna raffigurata su ogni annuncio. È un caso difficile per Swift, uno di quelli che nessun agente vorrebbe avere fra le mani, in particolar modo quando scopre l’identità di chi si cela dietro.

Questo romanzo è un esordio che non passa inosservato, reso accattivante dallo stile dell’autrice. Certo, l’inizio è sempre un salto nel vuoto, serve sempre un po’ di tempo per prenderci la mano, ma una volta superato l’ostacolo la narrazione procede in maniera fluida; è veramente impossibile staccare gli occhi di dosso dal romanzo e si è sempre più incuriositi dal punto di vista dell’assassino in quei frammenti favolosamente descritti che aprono un varco dentro la sua mente, permettendoci di cogliere la devianza fra le righe.

“So tutto di te” è quel genere di viaggio che un lettore teme di fare per l’argomento trattato, un argomento spinoso e attuale, sviluppato dall’autrice in maniera cruda e meticolosa, non lasciando nulla al caso e seminando via via il seme del dubbio.  Quando si tratta di sicurezza Clare Mackintosh ci dimostra di sapere il fatto suo, creando un’atmosfera inquietante e paranoica dove i suoi personaggi si muovono. Nessuna vita è al sicuro quando si tratta di findtheone.com, un sito pensato da uno psicopatico per gli psicopatici, ma questa è tutta un’altra storia, non vi resta che leggerlo e lasciarvi catturare dalla prosa accattivante di questa autrice che ha davanti a sé una lunga strada da percorrere.

“So tutto di te” è un romanzo che rasenta l’ossessione, costringendo il lettore a camminare passo dopo passo su un filo sottile come il confine che separa la nostra privacy dal pubblico dominio, costringendoci a restare in equilibrio per non cadere fra le avide mani degli psicopatici di findtheone.com.

May the Force be with you!
Precedente A caccia con Lea - Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #12 Successivo Let’s talk about: La ragazza della fontana di Antonio Benforte