Amore a prima copertina – Cover Love #18

Rubrica ideata da l’Atelier dei Libri

 

Amore a prima copertina #18

FALL EDITION

Quando si tratta di copertine potrei impazzire, non si giudica un romanzo dalla copertina ma l’occhio sappiamo bene che vuole la sua parte! In questa puntata scopriremo le 3 copertine più autunnali della mia libreria.

 

primo posto:

Il piccolo campo di Erskine Caldwell

L’aspra Georgia rurale dei primi anni Trenta fa da sfondo all’illusione di ricchezza di Ty Walden, convinto che il suo campo arido celi filoni d’oro: da quindici anni scava senza sosta costringendo i figli a fare lo stesso. Due di loro hanno abbandonato la casa paterna per trasferirsi in città: Jim Leslie si è arricchito e ha una vita borghese e agiata insieme a una moglie gracile, mentre Rosamond ha sposato Will, un operaio combattivo e alcolista. Ty Ty spera che un giorno i figli lontani tornino per ricominciare la caccia all’oro: nel frattempo Shaw e Buck sono rimasti fedeli alla terra e alla pala. Con loro Darling Jill, sorella minore di Shaw e Buck, e la moglie di quest’ultimo, la bellissima Griselda. Una travolgente ferinità sessuale serpeggia tra loro, un’altra declinazione della febbre dell’oro che rende la famiglia Walden un gruppo di personaggi minimi, biblici e istintivi.

.

secondo posto:

Crepuscolo di Kent Haruf

La vita dei vecchi fratelli Harold e Raymond McPheron è cambiata da quando hanno accolto alla fattoria Victoria Roubideaux e la piccola Katie, ma ora la ragazza ha deciso di andare all’università e di trasferirsi a Fort Collins. A poca distanza dai McPheron vive DJ, un ragazzino orfano che si prende cura del nonno. DJ fa amicizia con Dena, la figlia della vicina, e la sua storia si lega a quella di Joy Rae e del fratello Richie, che vivono in una roulotte con la famiglia e sono a carico dei servizi sociali, sotto le cure attente di Rose Tyler.

Come in Benedizione e in Canto della pianura, le vite dei protagonisti si intrecciano le une alle altre. E i lettori di Kent Haruf ritroveranno la sua voce lieve che qui ci parla dei tanti volti della crescita, quella frontiera che spesso appare invalicabile ma che a ogni età può essere superata solo vincendo la paura e ritrovando il desiderio di continuare il viaggio della vita

 

terzo posto:

Il buio oltre la siepe di Harper Lee

In una cittadina del “profondo” Sud degli Stati Uniti l’onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un negro accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrare l’innocenza, ma il negro sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l’episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte, in pagine di grande rigore stilistico e condotte con  bravura eccezionale.

 

 

Alla prossima Cover Love!

 

 

Lascia un commento
Precedente Review Party: Caraval di Stephanie Garber Successivo BLOGTOUR: L'allieva. La serie di Alessia Gazzola – L'allieva