ANTEPRIMA: Tabù di Giordano Tedoldi (Tunué)

Tabù di Giordano Tedoldi

«Penso a quanto è bello l’istante in cui il dolore riga il mondo, annunciando la mortalità di ogni cosa, scoprendo i capillari della vita. Noi siamo sangue che va per il cosmo nero»

Da metà Giugno in libreria

Quando Piero Origo seduce Emilia, la moglie del suo migliore amico, si sente un antropologo dell’adulterio che studia il tradimento come un.rito.di.passaggio universale.                        

Piero cerca il limite oltre il quale la tavola della legge va in frantumi, così i “triangoli”, la vita in una comune dove regna l’anarchia sessuale, l’amicizia con un sacerdote che tenta di imbrigliare il suo edonismo, l’incontro con una giovane vergine dai sogni purissimi, fino al ritorno di Emilia, misteriosamente velata, saranno tappe di un viaggio nella volontà di violare il comandamento-tabù che, in una società che non rispetta nulla, incute ancora soggezione e attrazione: non desiderare la donna d’altri.                                             

Giordano Tedoldi scrive un romanzo di grande respiro e magica immoralità, dove lo spirito dei great american narcissists – Updike, Mailer e Roth su tutti – incontra il nichilismo di Houllebecq e la raffinatezza sensuale e ironica di un Buñuel. Questo all’interno di un mondo dove il sacro e il profano, il lecito e l’illecito, il piacere e il dolore, si amalgamano seguendo ragioni profonde e indicibili.

L’autore

Giordano Tedoldi
(Roma, 1971). Ha pubblicato una raccolta di racconti, Io odio John Updike (Fazi, 2006, 2° ed. minimum fax, 2016) e il romanzo I segnalati (Fazi, 2013).

May the Force be with you!
Precedente ANTEPRIMA: In love di Eliana di Nunzio (DeA) Successivo Cime tempestose, Dracula, Madame Bovary e Ragione e sentimento (DeA Classici)