BLOGTOUR: La Driade e la strega di Cornelia Longo

Instagram: @brivididicarta | @stambergadinchiostro

Si prosegue con il blogtour dedicato al romanzo di Cornelia Longo,La Driade e la strega“, un fantasy tutto italiano che colpisce per la copertina, ma soprattutto per la sua ambientazione. Oggi infatti sono qui per parlarvi sia del worldbuilding che dell’ambientazione. Vi ricordo che in fondo all’articolo potete trovare una sorpresa, la possibilità di vincere una copia del romanzo.

Pagine: 553

Acquistalo subito: La Driade e la strega

Editore: Independently published
Collana: Saga di Elementali
Genere: Fantasy

Data di uscita: 16 Maggio
Prezzo: € 14,99

E se lo spietato destino di una Driade e una strega reggesse la vita di un intero mondo? Elementali è una terra governata dalla sacralità della Natura, disseminata di Foreste incantate, creature mitologiche, castelli opulenti, villaggi oppressi e un’Accademia di stregoneria celata nel mistero. Chi è Celia? Quali sono le sue origini e perché possiede un marchio a forma di mezzaluna su un polso? Chi è Yvonne? Perché il suo passato e il suo futuro sono indecifrabili e i suoi comportamenti hanno attirato pericolose curiosità? Quali forze intrecciano due identità così diverse? Ma soprattutto… la storia le vedrà alleate o avversarie? In uno scenario fantasy sempre più spietato e sfaccettato, raggirato da personaggi mossi da secondi fini, le protagoniste si troveranno a lottare per ciò in cui credono, mettere in discussione la loro identità, svelare segreti e menzogne (col rischio di esserne travolte) e sacrificare se stesse per abbracciare un destino che pare già tracciato. Un destino di imprevedibili incontri, battaglie, fughe, intrighi e avventure mozzafiato.
«Elementali era un antico mondo governato dalla natura, dalla pace e dal rispetto. Le Sacre Foreste si espandevano quasi sull’intera totalità del territorio, i fiumi serpeggiavano da nord a sud e da est a ovest; non scarseggiavano montagne insidiose, verdi colline, scintillanti laghi o putride paludi.»

Cornelia Longo con il suo romanzo ci lancia nel mondo di Elementali, una florida terra che ospita svariate specie di esseri viventi che vivono in armonia fra loro, o almeno era così prima dell’arrivo della razza umana.

Source: @c e r v i d a e

Elementali è un mondo tanto antico quanto ricco di storia e di leggende: il suo paesaggio è ricco di foreste sacre che ricoprono la maggior parte del suo territorio, intervallate da ripide montagne, paludi e acquitrini. A vegliare su queste terre c’è lo spirito della Luna, un’entità divina che veglia sul mondo e lo guida attraverso le ere, come un pastore che cura il suo gregge.

Dopo aver governato per diversi anni sulle genti che popolano questa terra la Luna decide di passare il suo scettro ad un popolo eletto, quello delle Driadi, leggendarie guardiane delle foreste che sono impegnate a proteggere la pace di tutti coloro che abitano Elementali.

Questo però non è un mondo come gli altri, è qualcosa di diverso, di affascinante e peculiare, un luogo in cui ogni cosa, dai fiumi ai monti, ha una sua anima e vive a suo modo lo scorrere del tempo.

In questo quadro troviamo creature di ogni specie divise nei loro territori, come ad esempio i nani, i satiri e gli elfi che abitano le valli e le grotte delle montagne  a sud ovest di questa terra.
Al centro fra pianure e colline è possibile imbattersi in gruppi di goblin e ad ovest nei centauri, mentre le foreste sono il dominio incontrastato delle Driadi, che dominano su tutti con il potere concesso loro dallo spirito della Luna. Ovviamente anche il bosco reclama la sua regina, così fra le driadi è stata eletta periodicamente una sovrana con lo scopo di gestire al meglio tutte le controversie fra le varie popolazioni. 

«Lo Spirito della Luna, che dall’alto vegliava fino ai confini di quel mondo, occhieggiò silenzioso e critico per diversi lustri i popoli che abitavano Elementali: gli elfi, i centauri, i nani, il Piccolo Popolo, le Amadriadi, e molti ancora… finché non decise di affidare il privilegio e l’onere di governare a delle creature magiche straordinarie, affascinanti e di una spiccata sensibilità: le Driadi, ninfe del bosco e delle foreste.»

In questo sistema gerarchico gestito dalle Driadi tutto sembra andare bene fino alla comparsa del genere umano che anno dopo anno comincia a rendersi sempre più invasivo, mostrando i denti di fronte a chi è disposto a parlare civilmente.

Source: Pinterest

Come sempre noi esseri umani nei libri fantasy incarniamo il male, il marcio dell’universo e siamo degli esseri avidi e spietati pronti a tutto pur di arricchirci alle spalle di un mondo che ci offre tutto senza chiedere nulla in cambio.

Diciamo anche che nella vita reale il genere umano non è molto diverso e in questo romanzo lo dimostra iniziando a colonizzare valli e pianure con forti e mura di pietra, creando armi e addestrando eserciti con il solo scopo di uccidere chi si oppone a loro.

Dopo secoli di osservazione però lo spirito della Luna decide di inviare sulla terra una sua prescelta destinata a fermare le ambizioni degli umani che non vogliono sottostare ad una Regina dei Boschi.

Come se non bastasse la fragile pace fra i popoli magici di Elementali e gli esseri umani, una razza inizialmente priva di ogni potere che si arroga il diritto di decidere tutto da sola, è precaria e diventa ancora più instabile quando gli uomini iniziano a destreggiarsi con la magia.

Come in ogni buon fantasy il mondo in cui è ambientata questa avventura è ricco di spunti per dar sfogo alla fantasia del lettore, dalle alte scogliere di Gaakas fino alle altissime e minacciose Nere Montagne. 
Questo è un mondo nuovo, tutto da scoprire ed esplorare durante il viaggio delle protagoniste, Yvonne e Celia, che si troveranno ad affrontare tutti i pericoli che si celano nel meraviglioso mondo di Elementali. Ora tocca a voi intraprendere questo viaggio fra le pagine del romanzo di Cornelia Longo.

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Una copia del romanzo cerca casa! Per vincerla vi basta seguire le regole qui sotto:

– Commentare tutte le tappe del Blogtour
– Mettere Mi piace alla pagina FB di Cornelia Longo
– Mettere Mi piace alla pagina FB di Catnip Design
– Condividere con almeno 2 persone

a Rafflecopter giveaway

Non perdetevi tutte le tappe del blogtour! Grazie a Pamela Fattorelli per i banner.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Review Party: Ti lascerò andare di Claire Norton Successivo Let's talk about: Spifferi di Letizia Muratori (La nave di Teseo)