Close-Up: Il giro dell’Horror in 80 brividi di Lucio Schina

Arriva oggi su tutti gli store online il racconto di Lucio Schina, “Il giro dell’horror in 80 brividi”, edito da Segreti in giallo.

Data di uscita: 16 Gennaio

Acquistalo subito: Il giro dell’horror in 80 brividi

Editore: Segreti in giallo edizioni
Collana: Segreti in giallo
Pagine: 70
Prezzo: € 2,99 (E-book)

Sei amici e un camper: destinazione New York.

Una prospettiva idilliaca che si trasforma in un film horror quando il gruppo incontra un assassino psicopatico. Come da manuale, armato di ascia, il folle omicida inseguirà i malcapitati che intraprenderanno una rocambolesca fuga per giungere, si spera vivi, nella Grande Mela.

L’idea di questo racconto è nata pian piano negli ultimi mesi; vi confido di essere un divoratore seriale di horror, di qualsiasi horror, dal capolavoro al più miserrimo. Faccio parte di quel novero di fans che può vantarsi non di aver visto L’attacco dei pomodori assassini, troppo facile, ma addirittura del sequel prodotto una decina di anni dopo, intitolato Il ritorno dei pomodori assassini.

Tra una proiezione e l’altra, la mia mente ha iniziato a lavorare per conto suo, impastando una sorta di torta letteraria con ingredienti arraffati qua e là.

Il titolo stesso rimanda a un grande classico di Jules Verne e racchiude tutto quanto immaginavo dovesse essere mentre lo scrivevo.

La storia segue un suo canovaccio principale ma è intrisa di riferimenti non solo di grandi e piccoli film horror ma anche, e soprattutto, dei tanti cliché che si ritrovano sempre uguali a sé stessi all’interno dell’80% della produzione di genere attuale. Il risultato finale è un racconto dalle tinte grottesche, ironico per quanto le mie capacità me l’abbiano permesso, horror, a tratti vagamente splatter. Ci sono momenti in cui si sorride, altri in cui la tensione può suggerire di rimboccarsi bene le coperte e aumentare leggermente l’illuminazione della stanza.

Ho poche regole che seguo per il processo creativo ma, quelle poche, le seguo come fossero un mantra. Evito noiose lezioni di metodo ma una mi piacerebbe condividerla con voi; si tratta di uno dei famosi consigli che Stephen King riportò all’interno della sua biografia ufficiale, intitolata On writing.

Contrariamente a quanto si pensi, il Re dei Re non ha mai detto “scrivi su ciò che sai” ma, ed ecco un altro punto che ho voluto toccare nel mio racconto, ossia la differenza che passa tra falsa informazione e una verità controllata, “scrivi su ciò che ami leggere”.

È questo il consiglio che ho seguito quando ho iniziato la stesura de “Il giro dell’horror in 80 brividi”, un lungo e divertente viaggio letterario basato su una delle mie passioni di genere.

Se ti piace ciò di cui scrivi, sicuramente il risultato finale ti soddisferà.

Lucio Schina vive a Roma ed è laureato in antropologia e archeologia preistorica. E’ autore della casa editrice scozzese Black Wolf Edition & Publishing Ltd., e della casa editrice italiana Segreti in giallo.

● Con la Black Wolf Edition &Publishing Ltd. ha pubblicato il romanzo breve “The mysteries of the island of Thara”, uscito in lingua inglese ad agosto del 2020. La versione in lingua italiana sarà messa in vendita nel corso del 2021.

● Insieme a Francesco Cheynet, invece, ha pubblicato il romanzo giallo “The secrets of Greystone”, uscito in lingua inglese il 14 ottobre 2020. La versione in lingua italiana sarà messa in vendita nel corso del 2021.

● Sempre nel 2021 uscirà all’estero un’antologia di racconti che vedrà nuovamente protagonista il detective di Scotland Yard, Dorian Bayley.
● Per la Segreti in giallo, Insieme a Francesco Cheynet, ha pubblicato il romanzo di genere dark noir, “Al di là della nebbia”; il romanzo è stato finalista al concorso nazionale “IoScrittore”, edizione 2019 e al concorso nazionale 1 giallo x 1000, edizione 2019.

● Sempre per la Segreti in giallo e sempre con Francesco Cheynet, ha pubblicato il racconto dark noir “Tre al Samhain”, uscito nell’antologia “Halloween stories” e “Ritratto infedele”, racconto giallo uscito nell’antologia “Christmas red”.

● Il racconto ‘La dignità degli oleandri’, scritto con Francesco Cheynet, è risultato vincitore al concorso nazionale “Sulle orme di Agatha Christie”, edizione 2019, competizione dedicata agli amanti del giallo e pubblicato in un’antologia edita dalla casa editrice “Le assassine”.

● Il racconto “Profondo giallo”, scritto con Francesco Cheynet, è risultato tra i vincitori del concorso nazionale per scritti brevi “Miedo”, edizione 2020, e pubblicato su un’antologia edita dalla casa editrice “L’Argolibro”.

● Il racconto horror “Uno sguardo all’inferno”; è risultato tra i vincitori del concorso “Un Natale Horror”, edizione 2019.

● Il racconto noir “Lo specchio della coscienza”, scritto insieme a Francesco Cheynet, è risultato tra i vincitori del concorso “L’orrore ai tempi del lock down”, edizione 2020.

● Il racconto giallo “Ombre” è stato finalista del prestigioso concorso nazionale De Filippis edizione 2020.

● E’ autore del romanzo “I viaggi dell’antropologo”, uscito nel 2020 in esclusiva su Amazon.

Attualmente sta lavorando, insieme a Francesco Cheynet, a un thriller ambientato nelle Alpi svizzere; sempre con Francesco Cheynet è in fase di stesura il romanzo, dal titolo provvisorio, ‘Volevo essere uno scrittore’.

Sempre nel corso del 2021 uscirà il nuovo romanzo per la Segreti in giallo, un racconto di genere giallo ambientato a Roma negli anni ‘80.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #100 Successivo The Whispering Room: Il Triangolo scaleno di Mario Cipollone