Inku Stories #22: My Hero Academia N° 7 e 8 di Kohei Horikoshi

Instagram: @stambergadinchiostro | @carlo.salvato

Tenetevi forte, anche oggi la dose di My Hero Academia radoppia! In questa giornata fredda e uggiosa vi parlo del settimo e dell’ottavo volume. PLUS ULTRA!

Acquistalo subito: My Hero Academia #7| My Hero Academia #8

In un mondo in cui essere supereroi è la normalità, nascere senza particolari poteri equivale a una vera e propria disgrazia! Izuku Midoriya dovrà mettercela tutta per ottenere un superpotere, e nonostante l’impresa sembri impossibile qualcuno finirà per notare le sue capacità…

Per gli studenti dello Yuei si è aperta una nuova fase: con la tanto attesa “esperienza sul campo”, i ragazzi hanno cominciato a mettere a frutto tutto ciò che hanno appreso e a far tesoro dei vari trucchi del mestiere. Ora però devono cercare di superare insieme una prova ben più dura: lo scontro diretto con l’assassino di Heroes!

Messo fuori gioco l’Assassino di Heroes, ora i ragazzi devono sostenere l’esame di fine anno. La prova pratica consiste nel combattere in coppia contro un insegnante: come se la caveranno gli “incompatibili” Midoriya e Bakugo contro Allmight?! Intanto il fronte dei Villain continua a tramare loschi piani…

Bentornati sulla stamberga, è da un po’ di tempo che non parliamo di My Hero Academia, ma oggi sono qui per scoprire assieme a voi cosa attende i nostri Heroes preferiti sulla via della grandezza.

Ci eravamo lasciati nel bel mezzo della battaglia contro Stain, il killer di Heroes, un uomo spietato che persegue un suo folle credo secondo cui non tutti gli Heroes meritano la fama di cui dispongono. Secondo la sua logica, in qualche modo abbastanza sensata, molti eroi salvano le persone solo per il loro tornaconto personale, quindi spinti da avidità e sete di gloria, trascurando il vero spirito degli eroi, quello incarnato da All Might, l’unico vero salvatore di questa società fuori controllo. Secondo la sua logica gli heroes per essere tali dovrebbero salvare le persone rischiando la vita contro ogni possibilità, mettendosi in gioco anche nelle situazioni in cui i loro quirk non sono utili dando tutto per salvare i più deboli, proprio come fa All Might.

Stain

Ora alle prese con questo pericoloso individuo ci sono Izuku, Todoroki e Iida, che con un enorme sforzo riescono a portare a segno i loro attacchi sconfiggendo il nemico. Nello stesso momento Anche i professionisti accorrono in soccorso dei ragazzi ma con grande sorpresa scoprono che il grosso del lavoro è già stato fatto. Con questo si conclude ufficialmente il tirocinio degli alunni dello Yuuei, portando all’attenzione il fatto che l’unione dei villain si fa sempre più presente nello scenario criminale e che i ragazzi sono un facile bersaglio per loro proprio perchè il loro scopo è fare fuori una volta per tutte il simbolo della pace che sarebbe disposto a sacrificarsi pur di salvarli dalle loro grinfie.

Dopo il tirocinio si apre immediatamente una nuova sfida per i nostri giovani eroi, infatti si avvicina l’esame di fine anno nel quale dovranno dimostrare quali e quanti progressi hanno fatto dalla loro ammissione all’istituto e per farlo dovranno cimentarsi in terribili scontri due contro uno con i loro professori.
Nonostante gli insegnanti indossino dei limitatori di potenza la loro forza è indiscussa, infatti i loro allievi possono sfruttare due diversi metodi per vincere: il primo prevede di ammanettare il loro avversario come se stessero arrestando un villain, mentre l’altro prevede la fuga in una zona sicura alle spalle del loro nemico, ma in entrambi i casi non è semplice come sembra.

I ragazzi vengono così divisi in coppie e abbinati al professore che più si addice ad ostacolare il loro quirk ma non solo, infatti le coppie servono anche a tirare fuori il loro spirito di adattamento in una situazione in cui, ipoteticamente, si fa squadra con qualcuno che non si è abituati ad avere al proprio fianco.

Fra tutte le squadre quella pi improbabile è sicuramente quella composta da Deku e Kacchan che si ritrovano costretti a sfidare il loro idolo, la montagna insormontabile del mondo degli Heroes, il colossale All Might,che sembra deciso ad usare tutta la sua potenza per dare una lezione ad entrambi.

Il sorcio malefico

Kacchan si dimostra come sempre una testa calda, più avvezzo all’attacco che alla fuga e decide di lanciarsi nel tentativo suicida di mettere K.O. il suo eroe, mentre dall’altra parte Midoriya tenta di convincerlo ad adottare una strategia elusiva per distrarre il colosso e fuggire nella zona sicura. Ogni scontro porta con se molti ostacoli e nella maggior parte dei casi vengono brillantemente superati, come nel caso di Froppy e Tokoyami, che combinano alla perfezione le loro abilità sfuggendo alle mille copie di Ectoplasm, mentre in altri casi come in quello di Kaminari e Ashido contro il preside la disperazione prende il sopravvento e gli alunni vengono drasticamente bocciati. (C’è da dire che il preside è un pazzo furioso, un sadico e malvagio roditore con il Q.I. di Mr. Fantastic che usa una gru per abbattere due studenti indifesi, quindi c’era comunque poca speranza per Ashido e Jamminguèèèèèèèèè… )

Al termine degli esami dove normalmente dovrebbero esserci circa tre settimane di vacanze, secondo il sistema scolastico Giapponese, lo Yuuei organizza un ritiro di allenamento internsivo nei boschi che non è altro che il preludio della fine. Qualcosa di disastroso sta per accadere nei boschi e dietro a tutto ciò c’è come sempre l’unione dei villain, che nel frattempo ha infoltito i suoi ranghi di personaggi loschi e pericolosi del calibro di Dabi, Toga e Muscular, tre soggetti davvero subdoli e malvagi.

Al centro di questi due volumi però non c’è solo il terrore dei villain, bensì la capacità dei nostri giovani eroi di apprendere dai loro errori e diventare più forti, dimostrando a sè stessi di poter superare i loro limiti, diventando vero eroi anche nella vita di tutti i giorni, imparando poco a poco tutto ciò che solo l’esperienza può donare.

Dabi

In questo vortice di dolore e rassegnazione c’è sempre la luce della speranza e della rivalsa che brillano con una intensità da motivare perfino i più disillusi degli aspiranti Heroes. Questa stessa luce è possibile intravederla in Bakugo quando si rassegna di fronte alla forza schiacciante di All Might o in Uraraka che si impegna con anima e corpo per raggiungere i suoi obiettivi.
In fondo non tutti gli eroi nascono dotati di incredibili potenzialità come il giovane Todoroki, molti di loro devono sforzarsi per accettare le loro debolezze e trasformarle nei loro punti di forza ed è proprio questo lo scopo del tirocinio e del ritiro nei boschi.

Tutto questo serve ad introdurre qualcosa di cui vi parlerò presto, ovvero il tanto atteso incontro con la testa dietro ai villain, un individuo così potente da far tremare persino il portentoso All Might mettendolo in ginocchio, ma di questo parleremo nella prossima recensione che tratterà i volumi 9, 10 e 11, tre parti della nostra storia che segneranno ufficialmente la fine di un’epoca del mondo degli Heroes.

Buona lettura!

PLUS ULTRA!!!

Acquistalo subito: My Hero Academia #7| My Hero Academia #8

⚜ Manga Simili: Inimitabile!
⚜ Reazione post lettura: DELAWARE SMASH!
⚜ Pagine lette: 384
⚜ Da consumarsi preferibilmente: In un area priva di presidi roditori psicopatici.

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Edizioni Star Comics per la copia omaggio.

 

 

May the Force be with you!
Precedente Chi cerca trova – Day #58: L'attraversata del Mar Leviatano Successivo Let's talk about: Virginia e l'assassino di Simone Pattavina (bookabook)