Jurassic World – Il regno distrutto | Recensione di Deborah

 

 

Jurassic World – Il regno distrutto

Regia: Juan Antonio Bayona
Genere: Azione, fantascienza, avventura, thriller
Anno: 2018

Sono passati tre anni da quando il parco a tema Jurassic World, il sogno di John Hammond, è di nuovo andato in frantumi distrutto dai dinosauri scappati dalle gabbie. Il progetto di mettere le creature preistoriche in gabbia e trasformarle in attrazioni per famiglie ha funzionato finché lo spaventoso ibrido Indominus Rex non è evaso dal recinto, seminando il panico su Isla Nublar, che ora è abbandonata dagli esseri umani, mentre i dinosauri sopravvissuti abitano nella giungla. Ma Quando il vulcano dormiente dell’isola si risveglia, l’ex addestratore di velociraptor Owen Grady e la vecchia responsabile del parco Claire Dearing  decidono di tornare in azione per salvare i dinosauri sopravvissuti da una catastrofe che li porterebbe a una nuova estinzione.

 

Erano mesi che attendevo l’uscita di Jurassic World – il regno distrutto e finalmente sono riuscita ad andare a vederlo al cinema! Cosa dire, il mio entusiasmo e le mie aspettative non sono state per niente deluse, ho amato questo film! Ammetto di essere molto ma molto di parte, adoro in modo spropositato la saga di Jurassic Park e vedere i dinosauri sul grande schermo per me è sempre un’esperienza super. Fin da bambina amavo i dinosauri e sono cresciuta con i film della trilogia originale, per cui sono legata sentimentalmente a questa avventura. So che a molti può sembrare la solita storia, e forse forse un pochino lo è: dove ci sono i dinosauri ci sono morte e guai. Il film mi è piaciuto davvero tantissimo, mi sono piaciuti i dinosauri, gli effetti speciali, i dialoghi e anche la storia in generale; queste creature mi affascinano sempre moltissimo.

 

Risultati immagini per jurassic world il regno distrutto gif

 

Abbiamo lasciato Jurassic World distrutto dalla furia dell’Indominus Rex, Isla Nublar riconsegnata alla zampe dei suoi preistorici abitanti. Tutto sembra riconsegnato all’ordine delle cose, i preistorici rettili che avrebbero dovuto restare estinti popolano nuovamente una piccola parte della Terra. Chissà se finalmente l’uomo ha capito che non si scherza con i dinosauri, con la loro forza e l’impossibilità a domarli. Ovviamente risposta negativa!
I rettili sono però in pericolo, il vulcano dell’isola è tornato in attività e minaccia di eruttare da un momento all’altro, distruggendo tutto e generando così una nuova estinzione. Il popolo è spaccato, tante persone vorrebbero lasciare i dinosauri al loro destino ma alcuni si sono mobilizzati per scongiurare il governo di aiutarli, al capo dell’organizzazione troviamo Claire; la risposta del governo è negativa, i dinosauri sono condannati.

 

Risultati immagini per jurassic world il regno distrutto gif

 

L’impossibile diventa possibile con l’aiuto di Benjamin Lockwood, ricco imprenditore che ai tempi di Jurassic Park fu socio del Dr.John Hammond. Ho davvero adorato i riferimenti e l’apparizione di alcuni personaggi della trilogia originale, specialmente di Ian Malcom *.* Comunque, il piano è salvare il maggior numero di dinosauri possibile e trasferirli in un isola sicura, dove finalmente sarebbero stati lasciati in pace. Per far ciò Claire organizza una spedizione e convince l’ex fidanzato e ex addestratore di velociraptor, Owen a partecipare e salvare la sua Blu. Quando finalmente hanno trovalo la speciale esemplare di raptor, si trovano coinvolti in un imboscata da parte del militare a capo della spedizione. Il vulcano inizia a eruttare e distruggere tutto, non tutti purtroppo si salveranno e la nostra squadra salirà a stento sulla nave che lascerà l’isola. A questo punto c’è una scena che ho trovato davvero commovente di un dinosauro destinato a morire, insomma è stata toccante.

 

Risultati immagini per jurassic world il regno distrutto gif

 

Blu è stata ferita, Owen, Claire e gli altri fanno di tutto per salvarla e per fortuna riescono nell’intento. Nel frattempo il viaggio che li porta lontani da Isla Nublar li conduce direttamente alla tenuta Lockwood, dove il braccio destro del padrone della tenuta aveva organizzato un’asta privata per vendere gli esemplari salvati e guadagnare milioni di dollari. L’asta era anche il trampolino di lancio di una nuova arma di distruzione che avrebbe segnato il mondo, il prototipo di INDORAPTOR, creato con un frammento recuperato del DNA dell’Indominus Rex e il codice genetico del velociraptor. Il sangue di Blu sarebbe servito per rendere perfetta quella terribile creatura, ma si può immaginare che quando si gioca a fare Dio le cose possono solo mettersi decisamente male…

Per me è stato un film superlativo, spero davvero che questa saga, per me intramontabile, prosegua, perché a dispetto di tutto sono sicura che affascina ancora grandi e piccini!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Coffee Break: Le segnalazioni di Giugno, gusto arabica Successivo Let's talk about: Correndo sul tetto del mondo di Jess Butterworth