Macchioline: Il grande Nate e il caso appiccicoso (Il Barbagianni)

Anche oggi “Il Grande Nate” di Marjorie Weinman Sharmat e Marc Simont si ritrova faccia a faccia con un caso apparentemente impossibile da risolvere, un enigma la cui soluzione sembra essere sfuggente come la pioggia. Riuscirà Nate a ritrovare il francobollo sparito? 

Acquistali subito: Il grande Nate e il caso appiccicoso”

Data di uscita: 18 Marzo 2021
Editore: Il Barbagianni
Autore: Marjorie Weinman Sharmat
Illustrazione: Marc Simont
Genere: Libri per bambini, Albo illustrato
Traduzione: Laura Bernaschi
Età: Dai 6 anni

Prezzo: € 10,00
Pagine: 48

Lavora da solo, ha un fiuto infallibile e una grande passione per i pancake: è Nate, il piccolo detective capace di risolvere ogni mistero gli capiti a tiro. In questa indagine, Nate dovrà aiutare Claude a ritrovare il suo francobollo preferito, misteriosamente scomparso dopo un pomeriggio fra amici. Chi lo avrà preso? Ritrovare una cosa così piccola sarà davvero complicato.

Questa poteva essere una giornata come un’altra per uno come Nate, un pomeriggio da passare sulla poltrona, con un pancake in una mano e un libro giallo nell’altra, uno di quelli da dedicare a se stessi e al riposo, accompagnati dal picchiettare della pioggia sui vetri delle finestre del salotto.

Ma per uno del calibro del Grande Nate non esiste riposo, infatti il suo amico Claude si precipita a casa del giovane detective implorandolo si aiutarlo a trovare il suo francobollo stegosauro scomparso. Una cosa così piccola da trovare è senza dubbio una grande sfida per un vero detective. Così Nate e il fidato cane Fango partono alla ricerca del piccolo tesoro perduto di Claude, in un racconto che lascerà di stucco tutti i piccoli fan del Grande Nate.

Anche questa volta Marjorie Weinman Sharmat e Marc Simont sono stati capaci di tessere una storia intrigante e coinvolgente, una di quelle che tiene il lettore “appiccicato” alle pagine proprio come il retro di un francobollo. L’espediente narrativo è, come sempre, geniale e la risoluzione del caso lo è allo stesso modo, grazie al carisma di Nate e alla sua narrazione in prima persona chi legge si sente parte della storia, come se il protagonista ci stesse raccontando ciò che è accaduto con la sua stessa voce. Come sempre l’intelletto di Nate viene messo a dura prova dalla difficoltà del caso, piccoli incidenti della vita quotidiana che si trasformano in vere e proprie indagini, accurate ed approfondite.

Questo piccolo detective prende in carico ogni tipo di indagine e con estrema attenzione insegna ai più piccoli l’importanza dei dettagli e la forza del ragionamento, illustrando in maniera completa un vero e proprio percorso di causa effetto che ricostruito al contrario rende ovvia la soluzione del caso. Questo metodo deduttivo rispecchia esattamente quello utilizzato dal più famoso dei detective letterari, Sherlock Holmes che attraverso la sua scienza della deduzione riesce quasi sempre a risolvere i casi che neppure Scotland Yard sa come affrontare. Il piccolo Nate dal canto suo fa esattamente la stessa cosa, ritrova disegni, affronta insormontabili sfide e risolve casi impossibili, sempre a patto che alla fine ci sia almeno un pancake come ricompensa.

In questo caso, poi, non c’è un vero e proprio colpevole se non la pioggia, un evento naturale che combinato alla natura stessa dell’oggetto smarrito da il via a questa piccola ed inaspettata avventura.

Tutto questo viene ulteriormente arricchito dalle magnifiche illustrazioni di Marc Simont che riesce a rappresentare Nate e i suoi amici in maniera divertente ed intuitiva, attraverso illustrazioni facili da comprendere e ben disegnate, che in qualche modo si fondono bene con la storia, alternando il bianco e nero al colore man mano che il caso va risolvendosi.

Non c’è dubbio che il Grande Nate mi abbia conquistato con le sue avventure e con il suo carisma, uno Sherlock Holmes in miniatura che conosce tutte le sfumature dei pancake è qualcosa di unico, divertente e ingegnoso, un personaggio capace di attirare a se l’attenzione di tutti senza mai annoiare.
Ora tocca a me andare a risolvere un caso bello tosto, devo trovare la miglior ricetta per pancake e rendere omaggio al nostro piccolo detective, nel frattempo non mi resta che augurarvi buona lettura!

Alla prossima indagine!

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa de Il Barbagianni per la copia omaggio.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Chi cerca trova: Le novità in arrivo a marzo per Leone Editore Successivo Il duca e io di Julia Quinn | Recensione di Deborah