Assaggino Letterario #8: Niente di serio, almeno credo di Cecile Bertod

Esordisce per Leone Editore Cecile Bertod con il suo romanzo “Niente di serio, almeno credo”, in arrivo questo 17 ottobre. Vediamolo più da vicino.

Data di uscita: 17 Ottobre

Acquistalo subito: Niente di serio, almeno credo

Editore: Leone
Collana: Sàtura
Genere: Narrativa
Pagine: 504
Prezzo: € 10,90

Dorothy Dorfman ha sempre sognato di lasciare il suo lavoro in biblioteca per vivere un’avventura. Così Nanette, la sua migliore amica, le regala un libro delle risposte e le suggerisce di smettere di ragionare, di pianificare sempre tutto e di farsi guidare dal caso. Per Dorothy non può funzionare, non è possibile che un libro delle risposte cambi improvvisamente la sua vita. E per dimostrarle di avere ragione, mentre ritorna a casa prova a usarlo finendo con l’ascensore al piano sbagliato. Quello che non immagina è di ritrovarsi tra le braccia di un attore di Hollywood che le chiederà di sposarlo. Parliamo di Duke Kline, una star delle soap appena tornata in città.

Cecile Bertod è una restauratrice archeologica di Napoli. Ha iniziato a scrivere con un fantasy, poi ha proseguito con il rosa. Ha già pubblicato Non mi piaci ma ti amoNessuno tranne teTi amo ma non possoDopo di te nessuno maiC’era una volta a New York e Mai più innamorataNiente di serio, almeno credo è il suo esordio per Leone Editore.

“Poi le porte si aprono, scricchiolano. Metto da parte la mia animosità contro le radio d’ascensore, mi faccio forza, sbircio fuori e… «Ehi!» Mi ritrovo a fissare due occhi blu oltremare. «Dio…» mi scappa di bocca, completamente senza fiato. «Tu chiamami pure Duke». E ora lo so che non mi crederete mai, ma quel Duke è Duke Kline. Sì, esatto, lui. L’attore di Love Legacy. La supermegastella di Hollywood. L’uomo con la fossetta sul mento più sexy della storia. Il milionario. Duke Kline è… è davanti a me. E non è un’allucinazione, tutt’al più accetto come unica spiegazione la morte per collasso improvviso. Ha tutto l’aspetto e la camicia di quello che ho sempre pensato dovesse essere l’Eden.”

Save the date!

 

 

May the Force be with you!
Precedente Inku Stories #47: Starving Anonymous vol. 2 di Kuraishi e Inabe Successivo Chi cerca trova – Day #75: Di china in china