Crepuscolo di Kent Haruf | Recensione di Deborah

 

 

 

 

CREPUSCOLO

 

Non lo sono mai, disse. Non riesco a immaginare qualcosa o qualcuno che possa esserne contento. Ma ogni essere vivente a questo mondo prima o poi viene svezzato.

 

Titolo originale: Eventide
Autore: Kent Haruf
Editore: NNEDITORE
Pagine : 320
Prezzo : 18 €
In libreria da : 12/05/2016

Acquistalo subito:  Crepuscolo. Trilogia della pianura: 2

 

Trama:

Siamo a Holt, Colorado.

La vita dei vecchi fratelli Harold e Raymond McPheron è cambiata da quando hanno accolto alla fattoria Victoria Roubideaux e la piccola Katie, ma ora la ragazza ha deciso di andare all’università e di trasferirsi a Fort Collins. A poca distanza dai McPheron vive DJ, un ragazzino orfano che si prende cura del nonno. DJ fa amicizia con Dena, la figlia della vicina, e la sua storia si lega a quella di Joy Rae e del fratello Richie, che vivono in una roulotte con la famiglia e sono a carico dei servizi sociali, sotto le cure attente di Rose Tyler.

Come in Benedizione e in Canto della pianura, le vite dei protagonisti si intrecciano le une alle altre. E i lettori di Kent Haruf ritroveranno la sua voce lieve che qui ci parla dei tanti volti della crescita, quella frontiera che spesso appare invalicabile ma che a ogni età può essere superata solo vincendo la paura e ritrovando il desiderio di continuare il viaggio della vita.

Questo libro è per chi ama guardare la danza delle candele sul muro, per chi ascolta la “Pastorale” di Beethoven, per chi ricorda quando da bambini ci si arredava una stanza con tutto quello che si trovava in giro, e per chi è rimasto solo, al freddo, per tanto tempo, e oggi ha deciso di rimettersi in gioco e correre il rischio di diventare una persona diversa.

 

Sapeva che, se così non fosse stato, Harold non avrebbe avuto pace. Pregò che ci fosse del bestiame, per il bene di suo fratello.

 

Recensione:

Cari lettori,

oggi parliamo del romanzo Crepuscolo dello scrittore americano Kent Haruf, edito da NNEditore. Il libro fa parte della famosa Trilogia della pianura composta da altri due romanzi: Canto della pianura (vi lascio il link della mia recensione) e Benedizione. Ringrazio di cuore la casa editrice per collaborare con la nostra piccola Stamberga, e per darmi l’opportunità di vivere avventure fantastiche.

Salutando Holt ho lasciato una parte del mio cuore in quella cittadina, spero di ritornarci presto, è un luogo immaginario ma molto più reale rispetto a tanti altri.

Pensando di dover descrivere brevemente il romanzo e il modo in cui mi ha colpito mi sono venute spontanee queste parole. Il mondo di carta e di inchiostro creato dallo stile di Haruf è così vero e così reale, anche se la contea di Holt non esiste, non sarei così sorpresa di trovarla davvero in Colorado. Da quando ho scoperto questo scrittore, i suoi romanzi si sono guadagnati un posto nella cerchia dei miei preferiti.

Immagine correlata

 

Lo stile di scrittura di Kent Haruf è una dolce melodia. Armonico, leggero e delicato, una voce che saprà avvolgervi e condurvi per mano tra le tortuose e polverose strade di Holt. Ho trovato fosse la perfetta espressione del popolo, la voce di persone comuni che raccontano la propria storia. Utilizza un linguaggio semplice e fluido, articolato in modo magistrale. La sua scrittura è caratterizzata dall’uso di periodi molto brevi e dal non uso delle cosiddette virgolette che caratterizzano i discorsi diretti tra  i personaggi. Seguendo la guida dell’autore saremo immersi in atmosfere uniche ed antiche, toccheremo con mano la vita agreste del centro statunitense. Sarà difficile fare una panoramica di questo romanzo, perché Crepuscolo è così, andrebbe letto ed esperienziato. Cercherò di farvi conoscere da vicino i protagonisti e le loro vicende, Ssiete pronti per viaggiare ed esplorare una contea del Colorado?

 

Adesso dovrai occuparti di lei da solo. La voce ormai non era che un sottile suono stridulo. E anche della piccola. Non sarò qui a vedere come se la cavano. Non vedevo l’ora.

 

Risultati immagini per colorado holt

Parliamo dei miei personaggio preferiti, I fratelli McPheron: Raymodn e Harold. La vita dei vecchi allevatori procede regolare, tra la casa, il lavoro, Victoria e la piccola Katie. La giovane sconvolse le esistenze dei due entrando di prepotenza ma allo stesso tempo con titubanza nella vecchia casa padronale. Mostrò ad Harlod e a Raymond che il cambiamento può sempre sconvolgere le nostre vite, per quanto sembrino immutabili. Abituati alla nuova routine, un altro cambiamento è in vista: Victoria avrebbe frequentato l’università ad un paio di ore di distanza da Hotl. I due fratelli sarebbero tornati soli ad occuparsi del loro bestiame fino a che non sarebbero tornate a casa. Bellissimo leggere di quanto amore i due provino per Victoria e per la piccola e quanto desiderino che siano felici. Le giovani hanno riempito la loro esistenza, insegnandogli che nella vita non è mai troppo tardi. Una tragedia è alle porte e la coppia sta per essere separata per sempre da un incidente. Dolore, separazione e vuoto. Sono rimasta attonita leggendo, non volevo capacitarmi fosse davvero successo, è stato quasi come dire addio ad una persona cara. Ma la vita non si ferma ad aspettare, bisogna prenderla per le corna e ripartire ed è questo che succederà.

 

Si sfilo da sotto il braccio della donna, si voltò per alzarsi dal letto e iniziò a radunare i suoi vestiti nel buio. Girando per la stanza, diede un calcio ad una gamba di una sedia. Bestemmiò.

 

Risultati immagini per colorado holt

DJ. Poco distante dalla fattoria dei fratelli McPheron vive DJ, un ragazzino rimasto orfano che si prende cura dell’anziano nonno. Il ragazzo è una persona solitaria e schiva, non entra volentieri in contatto con le altre persone. Aiuterà spesso la vicina di casa Mary Wells a fare dei lavoretti; conoscerà così le sue due figlie Dena e la piccola Emma. Inizialmente parlerà a stento con le due bimbe ma poi costruirà una splendida amicizia con la più grande, Dena. Insieme i due si costruiranno un covo in una vecchia casa abbandonata, lì saranno al sicuro da tutte le bruttezze della vita. DJ dovrà affrontare avvenimenti molto duri: alcuni bulli a scuola, la malattia del nonno, la partenza improvvisa delle due amiche. Troverà un aiuto in Raymond, si conosceranno in ospedale, lo ascolterà in una difficile notte e alla fine gli offrirà un lavoretto per l’estate.

 

Ma Dio santo, tesoro. Non cercherei in nessun modo di convincerti se ci fossero altre possibilità. Non capisci? Senza te e Katie resterò qui da solo come un vecchio cane spelacchiato.

 

Risultati immagini per colorado holt

Joy Rae e Richie. Due bambini, sorella e fratello, cresciuti da due genitori inaffidabili, Luther e Betty Wallace. La famiglia vive in una piccola roulotte, i genitori non hanno lavoro e vivono dei sussidi prestatigli dai servizi sociali. I due sono personaggi parecchio negativi, sono dei mollaccioni, degli inetti, si accontentano di sopravvivere senza vivere. Chi paga le spese dei loro comportamenti deleteri sono proprio i loro due bimbi. I ragazzi vengono emarginati e bullizzati a scuola, non hanno amici, possono contare l’uno sull’altra. Richie, il maschietto  è il più grande anche se non si direbbe, è Joy Rae ad essere forte e troppo grande per la sua giovane età. Alla porta della roulotte busserà il fratello della madre di Betty, un certo Hoyt, un criminale locale. Con brutalità si farà accogliere nell’angusta dimore e picchierà selvaggiamente i bambini per ben due volte, nonostante sia stato punito con il carcere. Ovviamente non verranno rispettati i patti con la legge per questo scapperà in fretta e furia dopo aver percosso i bambini e minacciato di morte i genitori. Joy Rae e Richie verranno affidati ad una famiglia in base alla decisione del giudice, fino a che Hoyt non sarebbe stato catturato, in pratica fino a che non compiranno diciotto anni.

 

Raymond stava russando terribilmente, a bocca spalancata, e la bambina era rannicchiata contro la sua spalla. Il libro che avevano iniziato a leggere era finito da un lato, in mezzo alle trapunte.

Lettori, questo era un piccolo scorcio sulle vite di alcuni degli abitanti di Holt. Inutile dire che le vicende sono molto più complesse, molto più articolate e molto più vere leggendole dalla parole di Haruf. Ci sono tanti retroscena, tanti altri personaggi da scoprire leggendo questo splendido romanzo; personaggi nuovi e altri invece che abbiamo già conosciuto in Canto della pianura. Sono sicura che il romanzo non poterà non conquistarvi, appena ne avrete un assaggio non vorrete mai smettere, è sempre difficile dire arrivederci a Holt e a tutti gli amici.

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente BLOGTOUR: Ti va di ballare? di Jonah Lisa Dyer e Stephen Dyer - Estratti Successivo ANTEPRIMA: "Orizzonti sconosciuti" e "Lo spazio tra le stelle" (Leggereditore)