Il faro di Blackdale di Alvise Brugnolo | Recensione di Deborah

 

Alvise Brugnolo è nato a Venezia il 20 luglio del 1991. Laureato in Lettere Moderne all’Università Ca’ Foscari di Venezia con il massimo dei voti, ha recentemente ottenuto la laurea magistrale in Editoria e Giornalismo all’Università di Verona. Attualmente sta collaborando con un’agenzia pubblicitaria veronese in qualità di copywriter e social media manager. Grande appassionato di cinema, letteratura e fumetti, ha inizialmente espresso la sua voglia di raccontare nell’illustrazione e nel disegno a fumetti. Recentemente ha scoperto nella narrativa una passione a cui ha deciso di dedicare la propria vita. I suoi autori preferiti sono Lovecraft, Italo Calvino e Michael Ende.

 

Era una cittadina triste, Blackdale, tutta bianca e nera, come uno di quei vecchi film della Universal Pictures che trasmettevano a Natale e facevano addormentare Nora come un sasso. Non c’era spazio per i giochi a Blackdale. Tutti erano seri, compiti, a volte persino crudeli.  Sognavano poco e lavoravano molto.

 

Editore: Onda D’Urto Edizioni
Data di uscita: 28 marzo 2016
Pagine: 158
Prezzo: 11.90 €

Nel piccolo paese di Blackdale, che sorge accanto alle grandi scogliere del sud dell’Inghilterra, tutto sembra immobile ed immutato. Il carattere degli abitanti rispecchia il clima che, con il suo gelido vento invernale, spegne sorrisi e speranze. Qui vive l’esuberante e solare Nora, una bambina che farà un incontro inaspettato con il misterioso Mister T. Si tratta di un essere frutto della sua immaginazione oppure di una persona davvero speciale? A Blackdale le cose iniziano a cambiare: la tristezza negli abitanti si tramuta in sogni, le passioni celate trovano rinnovata vitalità. Un romanzo che riesce a scavare nel profondo dei sentimenti, una favola moderna che fa riflettere sul comportamento degli adulti, sull’innocenza dell’infanzia e sulla voglia di credere che nel mondo possa esistere ancora un pizzico di magia.

 

In questo periodo freddo, grigio e decisamente complesso la lettura de Il faro di Blackdale, romanzo scritto da Alvise Brugnolo, mi ha regalato una carica di energia positiva. Il faro di Balckdale è una fiaba moderna capace di donare al lettore spensieratezza, allegria e un pizzico di magia, toccando tematiche molto interessanti e delicate come l’altruismo, il bullismo e la violenza domestica.

Il romanzo di Alvise Brugnolo è un libro che si divora in pochi giorni, è una storia perfetta per il periodo natalizio, essendo ambientata nei giorni di Natale, ma anche durante l’inverno in generale, essendo molto probabilmente anche noi avvolti in questo periodo da un’atmosfera cupa e grigia proprio come quella che aleggia a Blackdale. Il romanzo è potenzialmente un libro adatto a diverse età, questa sua versatilità mi è piaciuta davvero molto: gli adulti con questa lettura potrebbero essere spinti a riflettere sulla bellezza e sull’importanza delle piccole cose, invitati a fermarsi un attimo e a non permettere di essere fagocitati dalla vita frenetica. Il faro di Blackdale contiene anche  molti spunti interessantissimi sui quali riflettere per gli adolescenti essendo una storia che parla d’amicizia, amore, famiglia, altruismo, sogni, futuro, bullismo e violenza domestica.

Ho apprezzato molto lo stile di scrittura di Alvise Brugnolo, tratta con semplicità e immediatezza sia le tematiche più leggere e fantasiose, sia quelle più delicate. L’autore ha dato vita a una fiaba che ha una lettura molto attuale, sono certa che molte persone stanno vivendo anche in questo momento situazioni di sofferenza simili o uguali a quelle sperimentate dagli abitanti di Blackdale.

 

Scese dalla collina, con il cuore di nuovo leggero, cullando Red fra le braccia e ripensò a quello che aveva vissuto con i suoi amici e al legame indissolubile che era nato tra loro, un filo d’oro che niente al mondo avrebbe potuto spezzare. Aprirsi agli altri. Era questo che le aveva insegnato T, era questo il suo lascito, la sua intangibile eredità.

 

Blackdale è un piccolo paese che sorge nel sud dell’Inghilterra, incastonato in una cornice grigia e umida tra le grandi scogliere. A Blackdale si respira un’aria molto strana, tutto è avvolto da una coltre di nebbia, gli abitanti sembrano essere automi, arrabbiati e tristi, tutti tranne la protagonista, Nora. Nora è una ragazzina frizzante, colorata e super vivace, detesta la scuola, i suoi compagni noiosi e le insegnanti arcigne; ama disegnare, riprodurre la realtà con tonalità calde, vivaci e avvolgenti, insomma l’esatto opposto di ciò che è Blackdale. Le passioni e le arti sembrano essere state bandite da questa fredda e austera cittadina, tutto è immobile da tempo immemore, bloccato nel grigio della nebbia perenne. Nora in una delle sue missioni esplorative riuscirà stranamente ad avventurarsi sulla collina che domina Blackdale e che ospita delle misteriose pietre, aleggia attorno ad esse un’aria mistica e magica. Qui la protagonista farà conoscenza con T, un amabile troll che diventerà presto il suo unico vero amico; Nora farà di tutto per proteggere e aiutare T, tanto che l’amicizia con il troll la porterà a sua volta a stringere amicizie inaspettate con alcuni compagni di scuola e a scoprire la felicità del primo amore. T è una creatura speciale, con l’aiuto di Nora e i suoi amici riuscirà a risvegliare dal torpore l’intera cittadina e i cittadini di Blackdale non dimenticheranno nel momento del bisogno la rivoluzione emozionale che la piccola Nora è riuscita a portare nelle loro vite, riaccendendo colori, sogni e speranze.

Il faro di Blackdale di Alvise Brugnolo è un romanzo che regala allegria e speranza con un pizzico di magia, è proprio la speranza che nella vita non dovremmo mai abbandonare un punto chiave della storia, Nora e i suoi amici ci invitano a non arrenderci mai alle avversità, a combattere per la felicità e per i sogni, anche quelli chiusi in un cassetto.

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’autore, Alvise Brugnolo, per la copia omaggio

 

 

May the Force be with you!
Precedente Un libro per due: La casa sul lago di Joe Clifford (Leone Editore) Successivo The Whispering Room: Il lupo della notte di Francesca Forte