Inku Stories #27: Lo Sfigatto – Nekonaughey di Q-rais

Instagram: @stambergadinchiostro | @carlo.salvato

Bentornati! Oggi vi parlo di un manga che aspettavo da molto tempo, Lo Sfigatto di Q-rais, il primo volume della nuova collana Wasabi di Edizioni Star Comics.

LO SFIGATTO

di Q-rais

In uscita il 6 Febbraio
Editore: Edizioni Star Comics
Prezzo: € 12,00
Pagine: 136

In libreria e fumetteria

Acquistalo subito: Lo Sfigatto

È successo a tutti noi, almeno una volta, ma più probabilmente ogni volta: ricette che non riescono, lattine che non si aprono, linguette che si strappano, azioni di tutti i giorni che proprio non ne vogliono sapere di riuscire come si deve. Possiamo reagire arrabbiandoci come Paperino… oppure manifestando pacatamente una tristezza sommessa come Lo Sfigatto, il paffuto e adorabile micione che ha letteralmente conquistato l’Asia!

Bentornati sulla stamberga, come ho già detto oggi vi parlo de Lo Sfigatto di Q-rais, il primo volume della nuova collana Wasabi di Edizioni Star Comics.

Prima di buttarci a capofitto sul nostro amato Sfigatto parliamo un po’ di Wasabi. Questa nuova collana di Edizioni Star Comics si ripromette di portarci alcune interessanti uscite che si piazzano al di fuori dei normali manga, come nel caso de Lo Sfigatto e puntano a portare ai lettori contenuti più forti e raffinati, selezionati con cura come già accade per la collana (che io e Sandy amiamo) di Umami.

Lo Sfigatto di Q-rais apre le danze per questa nuova collana e devo dire che la inaugura con un fiume di risate.
Q-rais è un mangaka diventato famoso proprio per le storie del suo gatto, un illustratore che con la semplicità dei suoi lavori è riuscito a portare il sorriso a milioni di persone. Oltre a disegnare le strisce di questo gatto sfortunato, che pubblica sul suo blog personale, lavora anche nell’ambito dell’animazione come direttore artistico.

In questo volume unico dedicato al gatto più sfortunato del mondo vengono raggruppate la maggior parte delle sue strisce, creando una raccolta unica nel suo genere che sembra capace di far scoppiare a ridere davvero tutti. In effetti la combinazione di un gatto grasso e sfortunato con la vita di tutti i giorni è qualcosa che definirei micidiale, una fusione di dolcezza e sfortuna alla Paperino che prendono vita sulle pagine di questo manga.

Come ho già detto l’autore rappresenta la vita quotidiana mettendola su un suo personale palcoscenico dove l’unico attore è il gatto che fa da protagonista, un grosso gattone rosso che sogna di avere successo in tutto ciò che fa, ma vista la pressione che si mette addosso da solo finisce per trasformare ogni suo tentativo in un terribile e tristissimo fallimento. Il peloso protagonista sembra essere il ricettacolo delle disgrazie, un barattolo che si riempie di tutto ciò che è negativo e frustrante.

Vedere lo Sfigatto affrontare tutto questo ci mette in condizione di riflettere su quanto sia facile sbagliare se accompagnati dall’inesperienza, proprio come accade a lui quando prova per la prima volta a fare il riso saltato in padella, peccato però che lo abbia fatto saltare tutto fuori dalla padella.

Ad accentuare la tristezza della sua vita c’è anche la sua espressione che sembra sempre delusa e afflitta, un po’ come quella di chi non si sente in grado di fare niente che sia giusto e finisce a rattristarsi per la sua stessa condizione mentale.

È proprio da questo che scaturiscono le nostre risate, dalle situazioni che questo simpatico gatto affronta, che sono quelle che ognuno di noi affronta tutti i giorni e sicuramente leggendo queste strisce ognuno di noi si sarà identificato nel protagonista e avrà detto almeno una volta “Si, è successo anche a me!” ridendoci sopra.

Ma lo scopo di questo gatto però è più alto del semplice far ridere le persone a mio parere, la sua vocazione consiste nel farci capire che anche le situazioni più nere possono essere affrontate con il sorriso e che nulla riesce al primo colpo, infatti per riuscire in qualcosa bisogna farsi carico dell’esperienza, un bagaglio pesante ed ingombrante che ci può insegnare a migliorare dai nostri mille errori. Lo stesso vale per lui, infatti la sua vita è costellata di fallimenti, ma nonostante questo non si arrende e continua a fallire fino a quando non completa il suo percorso ed impara ad evitare gli stupidi errori commessi in precedenza.

Lo Sfigatto ci insegna la pazienza, l’accortezza e la lungimiranza, tutte doti che lui non ha dal momento che spesso si lascia andare alla fretta e alla disperazione, dimostrando che nella vita agitarsi serve solo a peggiorare le cose e che affrontare i problemi con il sorriso e la calma è la miglior soluzione.

Inutile dire che quando ho letto le sue disavventure sono crepato dalle risate e forse questo è proprio il suo super potere, saper tirare fuori un sorriso anche da chi ha la testa piena di preoccupazioni e problemi facendogli respirare una boccata d’aria fresca.

Se non avete ancora messo le mani su questo piccolo tesoro affrettatevi a farlo, perchè vale ogni singolo centesimo del suo prezzo e sarà in grado di farvi crescere divertendovi, cosa rara oggigiorno.

Buona lettura!

Acquistalo subito: Lo Sfigatto

⚜ Manga Simili: Gintama
⚜ Reazione post lettura: Ma… ma… ma… poverino!
⚜ Pagine lette: 136
⚜ Da consumarsi preferibilmente: nei momenti tristi per rallegrarsi.

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Edizioni Star Comics per la copia omaggio.

 

 

May the Force be with you!
Precedente Review Party: Quelli cattivi di Antonio Del Greco e Massimo Lugli Successivo Let's talk about: Una per i Murphy di Lynda Mullaly Hunt (Uovonero)