Lo squalo | Recensione di Deborah

 

Sai che cosa hanno di strano gli squali? Hanno occhi senza vita, palle nere senza luce dentro, come bambole. E quando uno ti si avvicina non credi neanche che sia vivo… finché non ti morde!

 

 

Lo squalo – Jaws

Regia: Steven Spielberg
Genere: Thriller, Horror
Anno: 1975

Amity è una cittadina che vive di turismo balneare, situata su di un’isola californiana del Pacifico. Una sera, nel corso di una festa sulla spiaggia, una ragazza, Christine, si avventura in mare e viene dilaniata da uno squalo. Lo sceriffo Martin Brody vorrebbe chiudere le spiagge ma il sindaco, preoccupato per i proventi della comunità, tergiversa. Quando il mostro marino miete la seconda vittima e le spiagge sono vengono invase da una folla attratta dalla morbosità, Martin ingaggia l’anziano pescatore Quint e con la sua barca si mette alla caccia del pescecane: il terzetto viene completato da Matt Hooper, un esperto inviato dall’Istituto Oceanografico.

 

 

Finalmente sono riuscita a guardare un film, ed in più a recuperare un grande classico ancora a me sconosciuto! Oggi chiaccheriamo un pò su Lo squalo, famoso film horror del 1975. Ho optato proprio per questo film sia per l’aria di vacanza che ancora aleggia e sia perché ho atteso l’uscita di Shark – Il primo squalo, che non vedo l’ora di andare a vedere al cinema! Sono proprio incorreggibile, quando ci sono di mezzo animali affascinanti o preistorici supero anche la mia generale avversione per gli horror, pronti per partire per la graziosa Amity?

 

Risultati immagini per lo squalo 1975 gif

 

Amity è una tranquilla cittadina situata su un isola in California, gli abitanti vivono più che altro di turismo balneare, una grande e feroce minaccia incombe sulla loro vita e sul prosperare della città. Le strage inizia con la morta di una giovane ragazza, mentre stava nuotando in mare viene sbranata da un grande squalo. Lo sceriffo Martin, credo che sia il mio personaggio preferito (a parte lo squalo), è intenzionato a chiudere le spiagge ma incontra la dura avversione del sindaco e del consiglio, si rifiutano di credere che nelle acque di Amity nuoti un terribile predatore. In questo modo la fame dello squalo viene quietata da altri sciagurati che si imbattono nelle sue fauci, un massacro che può essere fermata da Martin, con l’aiuto di un esperto dell’istituto oceanografico e di un anziano pescatore cacciatore di squali.

 

Risultati immagini per lo squalo 1975 gif

 

La storia mi è piaciuta davvero tantissimo, ho poi scoperto (beata ignoranza!) che questo capolavoro è tratto da un romanzo, devo assolutamente leggerlo! Sono super intenzionata a proseguire la saga cinematografica con questo grande predatore come protagonista.Nonostante sia un film horror non ho trovato nessuna difficoltà nella visione, forse perché essendo di 43 anni fa gli effetti speciali sono un pò datati, ma immergermi in quel periodo che sembra così lontano è stata un’emozione bellissima. Mi piacciono i film moderni super tecnologici e con una grafica da paura, ma quello che personalmente mi suscita vederne uno di anni fa è sempre qualcosa di meraviglioso: gli usi e i costumi (le giacche del sindaco *.*) degli attori oltre la finzione. I personaggi di quest’opera mi sono piaciuti davvero molto, lo sceriffo Martin in particolare; oltre la tragedia ci sono stati alcuni momenti divertenti, soprattutto dati dagli scambi di battute tra il trio a caccia dello squalo.
Avventura molto avvincente, film davvero imperdibile!!!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Top of the month #8: I preferiti del mese di agosto di Sandy Successivo BTILI: Il delitto Pasolini di Gianluca Maconi (BeccoGiallo)