Paper Corn: Alpha – Un’amicizia forte come la vita di Albert Hughes (2018)

 

La sopravvivenza non è mai certa e quando non hai più nessuno da seguire devi diventare un capo.

 

Titolo originale: Alpha
Anno:  2018
Genere: Avventura, drammatico
Regia: Albert Hughes

Ambientato 20mila anni fa durante l’ultima Era glaciale, Alpha racconta un’avvincente storia di sopravvivenza, un viaggio di crescita e iniziazione che muove dall’improbabile alleanza tra un ragazzo e un lupo solitario. Un giovane uomo delle caverne, rimasto ferito durante una battuta di caccia e creduto morto dai compagni, si ritrova di colpo sperduto nella natura ostile e selvaggia. Gli insegnamenti di suo padre si rivelano preziosi quando il protagonista, attaccato da un branco di lupi famelici, riesce a difendersi e a ferire il più ostinato della cucciolata. L’animale, lasciato indietro dai lupi in ritirata, condivide lo stesso destino dell’uomo e comincia perciò a seguirlo nelle peregrinazioni in cerca della strada di casa. Sul cammino li attendono ostacoli di ogni sorta, strani fenomeni, sfide impossibili attraverso le quali impareranno a fare affidamento l’uno sull’altro, ma soprattutto su loro stessi. In assenza di un leader infatti non resta che diventarne uno.

 

Spulciando il catalogo di Netflix mi sono imbattuta in Alpha – Un’amicizia forte come la vita, un film del 2018 che dovrebbe essere approdato da poco sulla piattaforma. Cosa dire, ovviamente non ho potuto resistere a un’avventura incastonata nella selvaggia preistoria nella quale abbiamo un lupo come protagonista. Amo profondamente questo genere di film, i film nei quali viene raccontata una splendida amicizia tra uomo e animale. Amo gli animali e la natura, sono fermamente convinta che si possa costruire un legame profondo che va oltre tutte le differenze di specie, quando entra in gioco il cuore e i sentimenti nulla è impossibile, neanche l’amicizia tra un giovane uomo delle caverne e un feroce lupo.

Alpha è un film che mi è piaciuto moltissimo tanto che l’ho rivisto a stretto giro; mi è capitato di guardarlo la prima volta in un ritaglio di tempo e mi sono resa conto che invece meritava proprio di essere visto con calma e tranquillità davanti alla tv principale. Durante la prima visione sono stata tentata d’interrompere il film per poi riprenderlo in condizioni migliori, la storia però mi aveva talmente catturata che non sono riuscita a lasciarlo a metà.

La storia in sé è davvero molto bella, molto emozionante lo sviluppo di questa amicizia quasi impossibile, soprattutto in un mondo nel quale ogni creatura doveva lottare ogni giorno per sopravvivere. Alpha mi ha colpita in modo particolare grazie alle sue ambientazioni, trovo veramente meraviglioso il modo in cui hanno reso la natura, i paesaggi, il cielo e gli animali; merita di essere visto anche solo per ammirare meravigliosi panorami in HD/4K. Non sono un’esperta, immagino che dietro questa realizzazione ci sia molta computer grafica, nonostante tutto a me è piaciuto moltissimo, l’effetto è sorprendente, mi sono lasciata affascinare da scorci mozzafiato. L’unica pecca se proprio vogliamo trovarne una è legata alla trama, a come Keda, il protagonista, sia sopravvissuto a una serie di incidenti all’inizio del film. Avrei preferito di gran lunga qualcosa di meno roboante e spettacolare ma credibile, infondo come è possibile che un adolescente sopravviva a due cariche di un bisonte e a un volo da un dirupo di diversi metri con conseguente impatto di schiena sulla roccia? Ancora, come è possibile che il protagonista nonostante tutto questo riesca a scendere a mani nude e sotto un violento temporale una parete di roccia liscia? A parte queste scelte poco credibili mi è piaciuto come hanno sviluppato il resto del viaggio.

 

 

Alpha è ambientato nella preistoria, circa 20mila anni fa durante l’ultima Era Glaciale, ed è il racconto di un’amicizia non convenzionale, di un grande viaggio, di un’ardua lotta per la sopravvivenza. Keda è un adolescente, figlio del capo di una comunità di uomini delle caverne, Keda è destinato a seguire le orme di suo padre, diventerà un grande cacciatore e un grande capo. Keda non è pronto, non è pronto a togliere la vita a creature innocenti per provvedere al sostentamento della tribù, nonostante tutto il padre decide di portarlo insieme a lui e agli altri cacciatori nella battuta di caccia, un lungo viaggio attraverso lande desolate brulicanti di pericoli. Keda durante la mattanza dei bisonti viene travolto e lanciato giù nel dirupo, urta la roccia, perde i sensi, il padre e i compagni convinti che fosse morto gli danno l’ultimo saluto. Keda però è forte e tenace, incredibilmente sopravvive, sopravvive persino all’attacco di un branco di lupi ferendo il più audace del branco che ha provato ad attaccarlo.

Keda è completamente solo, ferito, lontano da casa; per sopravvivere deve affrontare il cammino di ritorno, un viaggio di mesi e mesi esposto a ogni sorta di pericolo, l’unica possibilità di vivere è lottare ogni giorno con coraggio seguendo gli insegnamenti del padre. Keda però non sarà completamente solo nel suo viaggio di crescita, formazione e sopravvivenza, avrà un compagno fedele, un amico, un fratello che diventerà la sua tribù. Ovviamente si tratta del lupo, sì lo stesso lupo che ha ferito, la stessa creatura che ha provato a ucciderlo. La grande umanità di Keda Llo spingerà a non abbandonare il lupo ferito, infondo sono molto simili, entrambi soli, abbandonati dal rispettivo branco/tribù. Inaspettatamente i due costruiranno una profonda amicizia che sarà la loro vera forza, l’arma segreta in una dura lotta per la sopravvivenza.

Alpha – Un’amicizia forte come la vita è un film che mi è piaciuto davvero tantissimo, merita, vi regalerà una piacevole serata.

 

Al prossimo film!

 

 

May the Force be with you!
FILM ,

Informazioni su Deborah

Io sono Deborah, una ragazza sognatrice e fantasiosa; con una grande passione per i libri, i film e la scrittura. Sono una ragazza dinamica e attiva, ma quando sento nominare la parola “maratona” mi vedo sul divano con coperta e popcorn a guardare puntate su puntate di serie tv, o la saga completa dei film di Harry Potter!

Precedente Review Tour: La babysitter di Phoebe Morgan (Leone Editore) Successivo Amanti e regine. Il potere delle donne di Benedetta Craveri