Review Party: Siamo amici solo il mercoledì di Tania Paxia

 

Adesso che i suoi stavano divorziando e lui si stava trasferendo da suo padre dall’altra parte della città, non avremmo più avuto occasione di rimanere ogni sera fino a tardi l’una a casa dell’altro a fare i compiti, a guardare la tv o a giocare ai videogiochi (corse di auto soprattutto). E non avremmo potuto neanche trascorrere tutti i pomeriggi al parco, in biblioteca oppure al cinema di mio padre.

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 11 marzo 2019
Pagine: 352
Prezzo: 4.99 € ebook ; 7.90 € cartaceo
Acquistalo subito:
Siamo amici solo il mercoledì

Woden e Carter hanno un segreto: sono amici da sempre, ma non in pubblico. Si incontrano il mercoledì sera a casa di Woden per rispettare l’accordo stretto da bambini: il Woden’s Day. Nonostante impegni e interessi molto diversi, quello è il loro giorno speciale. Woden è una patita della chimica e dell’elettronica, piatta come uno skateboard e deliziosamente ordinaria (tranne per un dente scheggiato per colpa di una caduta). Carter invece è un pilota Nascar e il suo sogno è correre nella Sprint Cup, cosa che, insieme ai suoi bellissimi occhi azzurri, lo rende estremamente popolare nel loro liceo. Praticamente non hanno nulla in comune, sono due mondi agli antipodi e a scuola nessuno potrebbe sospettare della loro amicizia segreta. L’unica cosa che li lega è quella promessa fatta da bambini, senza la quale sarebbero diventati semplicemente due estranei. Ma cosa succederà dopo il diploma? Tra liti, tregue, battibecchi e incomprensioni, dovranno trovare una soluzione. Oppure dire addio alla loro speciale amicizia.

 

Oggi è il turno del giovedì di essere tinto di rosa! Si intravede già il weekend, festeggiamo la fine della settimana con un romanzo davvero frizzante e divertente, una lettura colorata dall’amore, dall’amicizia e dall’ironia, pronti per immergerci in Siamo amici solo il mercoledì, il nuovo romanzo di Tania Paxia.

 

Si fidava a lasciarmi in compagnia di sua figlia soltanto perché io e Woden ci consideravamo come fratello e sorella. E non poteva essere altrimenti, dato che la mia amica mi aveva visto nei momenti più imbarazzanti della mia vita. Per la miseria, una volta da piccolo le avevo fatto persino la pipì nel letto.

 

La trama di Siamo amici solo il mercoledì mi ha subito intrigata, mi sembrava fosse diverso dal solito stereotipo di romance tutto sesso e niente storia, infatti ho avuto un buon fiuto perché il nuovo romanzo di Tania Paxia si è rivelato una lettura molto piacevole, dotata di una storia di fondo articolata e definita. Non conoscevo l’autrice, mi ha fatto molto piacere scoprire la sua nuova avventura e il suo stile di scrittura. La voce di Tania è divertente e frizzante, sa caratterizzare al meglio tutti i suoi personaggi, ed è stata in grado di incidere con quel tocco in più di ironia i dialoghi, riuscendo a regalare, in diversi momenti della narrazione, un sorriso al lettore. I protagonisti della storia sono davvero molto simpatici, specialmente Woden è una vera forza della natura! L’autrice ricrea perfettamente la giungla del clima liceale americano: bellocci e stronzi, oche che se la tirano, ragazze e ragazzi semplici, persone normali che vengono semplicemente ignorate da tutti e magari giudicate come “sfigati”. Siete pronti per tornare al liceo?

 

Non lo avrei aspettato lì neanche se mi avesse pagato. Chissà quanto ci avrebbe messo a tornare, ora che era tra le grinfia di quell’assatanata. Preferivo cavarmela da sola, così scesi gli ultimi scalini coperti dalla tettoia dell’edificio e mi lanciai in una folle corsa fino al parcheggio della scuola, lontano un centinaio di metri, oltre gli scuolabus gialli. Dire che mi ero inzuppata era poco. Ero impregnata d’acqua fino alle ossa, neanche fossi caduta per intero in una pozzanghera profonda. Sempre meglio.

 

Woden e Carter sono da sempre migliori amici, ma quando pensiamo da sempre è proprio sempre, essendo vicini di casa sono cresciuti insieme. Purtroppo però, durante l’adolescenza dei due ragazzi i gentori di Carter si sono separati, il ragazzo si è trasferito con il padre dalla parte opposta della città. Il suo trasferimento però non ha infranto la loro forte amicizia, infatti con un patto siglato con tanto di sputo, Woden e Carter hanno giurato di onorare per sempre il Woden’s day: ogni mercoledì, salvo impedimenti super particolari, si sarebbero incontrati a casa della ragazza per stare insieme. L’autrice nel corso della storia spiega perché i protagonisti hanno scelto di chiamare il loro giorno speciale proprio Woden’s day, è una curiosità che mi è sembrata subito molto carina.
Carter il primo anno di superiori affronta un forte cambiamento, da brutto anatroccolo si trasforma in un ragazzo belloccio, presto diventa popolare ed inizia a frequentare le persone più di spicco del liceo, abbandonando da un giorno all’altro gli amici di sempre e Woden, almeno in pubblico.
Nonostante questo cambio radicale Woden e Carter continuano ad essere amici, ma solo durante il Woden’s day ovvero il mercoledì, in pubblico si ignorano, mentre in quella particolare sera della settimana coltivano in gran segreto la loro amicizia.

 

Carter mi baciò di nuovo, lasciando la presa attorno alle mie dita per poggiare le mani prima suoi miei fianchi e poi sulla schiena. Avevo indosso il cappotto, ma riuscii lo stesso a sentire la stretta salda. Era strano baciare il mio migliore amico del mercoledì, ma non riuscivo a smettere o a staccarmi da lui.

 

Le vite di Woden e Carter non potrebbero essere più diverse! Woden è una ligia studiosa, appassionanta di chimica e della scienza, ama fare sperimenti a casa per fare saponi, profumi fai da te ed ha un talento naturale per gli slime; ha pochi amici fidati e partecipa al corso di teatro che le costa parecchie figure imbarazzanti a scuola. La sera Woden, tranne il mercoledì, lavora nel cinema dei suoi genitori, non ha un ragazzo, con i sentimenti e l’amore è piuttosto inersperta.
Carter non ama molto la scuola, è un ottimo pilota della Nascar e desidererebbe fare delle corse in auto il suo futuro; ha molta esperienza con le ragazze e praticamente le usa solo per divertirsi, ha diversi amici apparenti ma nessuno con cui si trovi davvero bene, tranne che con Woden il mercoledì.  L’amicizia tra Woden e Carter sembra per entrambi un’oasi tranquilla, fino a quando il padre della ragazza installa in Carter un dubbio: cosa ne sarebbe stato del Woden’s day dopo il liceo? Riflettendo Carter sceglie di mettere un punto temporaneo alle loro serate, mette in stand by il loro giorno speciale; Woden è costretta ad accettare con amarezza quella decisione. Presto però il ragazzo si pentirà della decisione presa, l’amica sarà per moltissimo tempo intrattabile, i protagonisti si accorgeranno di essere assolutamente inseparabili, forse l’interruzione del Woden’s day lì porterà alla scoperta di un livello diverso di amicizia.

Siamo amici solo il mercoledì è una storia divertente e frizzante, una dolce avventura che non potrà non regalarvi un sorriso.

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Newton Compton Editori per la copia omaggio

 

May the Force be with you!
Precedente Let's talk about: La profezia dei Gonzaga di Tiziana Silvestrin Successivo Save the date: La versione della cameriera di Daniel Woodrell – #Releaseday