Review Tour: Due cuori in affitto di Felicia Kingsley

 

Ci mancava solo questa: trovarmi sotto lo stesso tetto con quello spargiletame di Sullivan. Da quando ho esordito sei anni fa con il mio primo romanzo, non ha fatto che concimare con i suoi liquami intellettuali ogni pagina di critica letteraria che ha toccato, invocando le fiamme su tutti i miei lavori. E quella stronzetta petulante della sua fidanzata è fastidiosa come una vespa nelle mutande. Gli do tempo ventiquattro ore per sparire. Nella mia villa non ce li voglio.

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 6 maggio 2019
Pagine: 352
Prezzo: 5.99 € ebook ; 10.00 € cartaceo
Acquistalo subito: Due cuori in affitto

Summer ha ventisette anni ed è californiana. Blake ne ha quasi trentatré ed è un vero newyorkese. Lei aspira a diventare una sceneggiatrice di successo, ma per ora è solo assistente del direttore di produzione di una serie tv. Lui è uno scrittore da svariati milioni di copie e i suoi bestseller sono sempre nella classifica dei libri più venduti. Summer è fidanzata con un uomo molto più grande di lei, mentre Blake è single per vocazione. Lei è una persona ordinata, precisa e mattiniera, fa yoga e beve tè verde; lui fa colazione con un Bloody Mary e due sigarette, vive nel caos e non si sveglia mai prima delle due del pomeriggio. Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze negli Hamptons, che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi. Qualcuno se ne deve andare, ma tutti e due hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…

 

 

Un nuovo weekend è alle porte, siete pronti a tingerlo di romance? Benvenuti al review tour dedicato al nuovo romanzo di Felicia Kingsley, Due cuori in affitto. Conosceremo Blake e Summer, i protagonisti di questa frizzante ed appassionante avventura; vi anticipo che sono stata completamente conquistata da questa lettura!

 

 Per ora è uno scrittore. Uno scrittore newyorkese allergico alla West Coast, ma trapiantato a Los Angeles, in crisi creativa, inaffidabile, impenitente dongiovanni, sregolato, dalla vita dissoluta e con amicizie discutibili. Prima era biondo e dagli occhi azzurri, ma tanta perfezione non quadrava con il personaggio. Adesso ha una chioma castana lunga fino alle spalle e arruffata, taglienti occhi verdi e tatuaggi sparsi esibiti con malizia sotto i vestiti sbrindellati. Ogni riferimento a persone e cose realmente esistenti è del tutto casuale. Sì, lo so, lo so, a tratti ricorda Avery, ma mooolto alla lontana.

 

Sono molto entusiasta di questo romanzo, nonostante ultimamente ho perso un pò l’affinità con il genere romance, trovare letture intriganti regala sempre una bellissima sensazione. Prima di tuffarmi in Due cuori in affitto non conoscevo Felicia Kingsley, il suo stile di scrittura mi ha assolutamente conquistata, sicuramente sarà difficile che perderò le sue prossime uscite! L’autrice sa come coinvolgere e avvinghiare il lettore alla sua storia già dalle primissime pagine del romanzo, con una voce intrigante e spumeggiante crea vicende e situazioni ironiche e divertenti, che non possono non strappare un sorriso. I personaggi sono molto ben riusciti, descritti e caratterizzati nel dettaglio; la trama è ben articolata, e nonostante sia un romance viviamo vicende che vanno oltre la vita in camera da letto. Molti romanzi di questo genere si basano solo sull’intimità e la passione dei protagonisti, risultanto piatti e poco coinvolgenti, contrariamente Due cuori in affito, con battute sagaci e ironiche, ci regala un’avventura a 360 gradi.

 

È la terza notte di fila che non chiudo occhio o quasi. Mi serve un week-end per riprendermi da questo week-end. Spengo l’allarme alla cieca mentre mi strofino gli occhi, mettendomi seduta, vedo che nel letto accanto a me c’è Blake: sveglio, sdraiato con tre cuscini dietro la schiena, ancora nudo ma coperto da un lembo di lenzuolo, capelli scarmigliati tirati indietro, portatile in grembo e occhiali da vista. Datemi una buona ragione per lasciare questo letto. Ah, sì. Il lavoro

 

Summer è una ragazza di ventisette anni, vive in California anche se è originaria di Boston, si è allontanta per cercare di sfuggire alle opprimenti grinfie della famiglia, ma soprattutto per inseguire il suo sogno di diventare una sceneggiatrice di successo. La famiglia di Summer ha da sempre cercato di ostacolare i suoi desideri professionali, invitandola a percorrere il cammino già disegnato, quello di diventare avvocato. Il tempo concessole per sfondare a Hollywood è quasi terminato, Summer ha ironicamente un’estate per cercare di diventare qualcuno e non più una precaria assistente di produzione. Un’estate che la protagonista trascorrerà negli Hamptons per lavorare all’ultima stagione di una serie tv di successo, in una lussuosa villa affidata a lei e al suo fidanzato, George, da un amico. George è un uomo affermato e di successo, molto più grande rispetto a Summer, mi è sembrato subito una persona egoista e fastidiosa, un petulante piagnucolone insoddisfatto.
Summer segue delle regole morali ferree, non rinuncia alla sua seduta di yoga mattutino e consuma cibi sani, è risoluta a voler arrivare al successo solo per suo merito e non con mezzucci, favori o conoscenze; mi è piaciuta molto come personaggio femminile, simpatica, ironica e determinata.

 

Per esempio, sapevo benissimo che avrebbe potuto camminare all’auto alla tavola calda, ma Summer sembra disegnata apposta per essere portata in braccio e ho colto l’occasione per vedere se la realtà era all’altezza della mia fantasia. Lo è stata? Sì, al punto che una volta arrivati non avrei voluto rimetterla giù. Come non avevo bisogno del suo braccio intorno alle spalle, ma ehi! Le cose o si fanno bene o non si fanno.

 

Ma arriviamo a lui, affascinante ed irresistibile, Blake Avery è uno scrittore di successo da milioni di copie vendute, i suoi romanzi sono sempre in vetta alle classifiche. Blake è il classico uomo “che non deve chiedere mai”, spavaldo ed estremamente sicuro di sé, è consapevole del suo forte carisma e innato fascino che gli permette di collezionare una donna dietro l’altra, se può avere chiunque non c’è situazione migliore dell’essere single. Nessuna donna sa resistere al fascino dell scrittore bello e dannato, sì, Blake è un uomo molto piacente dal fisico imponente e tatuato, spesso con una Marlboro tra le dita e un cocktail nell’altra mano. Io sono rimasta assolutamente ammaliata dal suo personaggio divertente ed irriverente! Blake si gode la vita giorno per giorno dedicandosi ai piaceri che può offrire, trascorrerà l’estate negli Hamptons nella villa di famiglia di una cara amica che sta divorziando dal marito; spera vivamente qui di trovare un pò di pace a sopratutto l’ispirazione per scrivere il suo nuovo romanzo. Di lì a pochi mesi Blake ha promesso di pubblicare il suo nuovo bestseller ma neanche una parola è stata ancora vergata sulla carta, lo scrittore è nei guai visto che il suo rivale ha già consegnato il nuovo lavoro al loro editore e ha tutta l’intenzione di sottrargli il periodo chiave di pubblicazione.

 

Paura? Anche, solo ora mi rendo conto di quello che ho rischiato. Se fossi rimasta incinta, ora sarei stata nella merda fino al collo. Delusione? Mi vergogno ad ammetterlo, ma un’infinitesima parte di me si crogiolava in questo ritardo con ancora l’idea che i ponti tra me e Blake non fossero crollati del tutto. Amarezza? Avevo iniziato a domandarmi se il nostro bambino avrebbe avuto gli occhi verdi e furbi di Blake o i miei grandi occhi scuri. Non avrà gli occhi di nessun colore.

 

I due protagonisti non potrebbero essere più diversi: abbiamo l’una che vive la vita con attenzione e metodo e l’altro che non ha regole. Avete notato qualcosa in comune dalle due storie? Ma certo! Entrambi trascorreranno l’estate in una lussuosa villa negli Hamptons, e se vi dicessi che si tratta della stessa villa affidata inconsapevolmente sia dalla moglie che dal marito prossimi al divorzio?
Si prospetta una convivenza scoppiettante e forzata per Blake e Summer, che ben presto rimarranno da soli a spartirsi le stanze della villa, riusciranno a sopravvivere ai continui scontri giornalieri o il loro attrito sprigionerà qualcosa di nuovo e inaspettato? Summer lontana dalla nuvola soffocante dell’ex fidanzato inizierà a vivere serenamente, godendosi la bellezza delle sua gioventù ancora nel fiore, combatterà per ottenere il lavoro dei suoi sogni e Blake si rivelerà la sua carta vincente. Blake invece accuserà nel profondo di essere travolto da questo uragano di cambiamento, giorno dopo giorno Summer si rivelerà una presenza sempre meno fastidiosa, sempre più desiderata, facendo nascere in lui sentimenti che non avrebbe mai pensato di provare.

 

Due cuori in affitto è un romanzo frizzante, una lettura molto piacevole e leggera che ti cattura tra le sue spire. Imperdibile per le appassionate di romance e per chi cerca una lettura romantica, appassionante e coinvolgente.

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Newton Compton Editori per la copia omaggio

 

 

May the Force be with you!
Precedente Old But Gold: Sherlock Holmes di Arthur Conan Doyle (Oscar draghi) Successivo Top of the month #04: I preferiti del mese di aprile di Deborah