Close-Up #36: Stanze vuote e Azzurro 2006 (BookRoad)

Vediamo più da vicino le novità in uscità oggi per BookRoad, “Stanze vuote” e “Azzurro 2006. Un riscatto mondiale”.

Data di uscita: 2 Luglio

Acquistalo subito: Stanze vuote

Editore: BookRoad
Genere: Narrativa
Pagine: 168
Prezzo: € 14,90

La fine di un amore, raccontata dal punto di vista di una donna combattuta tra la facoltà di seguire i propri sentimenti e il rispetto per se stessa. Innamoratasi quasi per caso di un uomo misterioso e complicato, la protagonista comprende ben presto che quell’amore intenso ma doloroso l’avrebbe condannata per sempre. Un racconto autobiografico in cui l’autrice svela tutta se stessa, ricostruendo le memorie del proprio cuore. In un’alternanza tra prosa, poesia e flusso di coscienza, il racconto di una donna costretta ad affrontare le conseguenze di una scelta dolorosa ma inevitabile.

“È risaputo che bisognerebbe sempre guardare ai fatti e non alle parole. Eppure, con te, io non ho saputo ascoltare il buon senso. Sono state proprio le parole a fregarmi. Ancora oggi, non sono quelle più crudeli a fare male, ma quelle migliori. Sono quelle che nessuno è mai riuscito a dirmi. Quelle che, in fin dei conti, solo tu hai saputo pronunciare. Ma le parole sarebbero state vane se occhi sinceri e tenere mani non le avessero accompagnate. Era soprattutto attraverso loro che tu mi parlavi. Era così che tu trasformavi tutte quelle parole in sensazioni.”

Data di uscita: 2 Luglio

Acquistalo subito: Azzurro 2006. Un riscatto mondiale

Editore: BookRoad
Genere: Saggio
Pagine: 144
Prezzo: € 13,90

Corre l’anno 2006, gli Azzurri sono arrivati alla finale del Mondiale tedesco e devono giocarsi il tutto per tutto. Azzurro 2006 è il racconto di un campionato che ha reso l’Italia vincitrice, narrato dal punto di vista dei calciatori protagonisti. Dopo un’introduzione puramente narrativa ed evocativa, che sviscera minuziosamente il pre-Mondiale, una seconda parte dà voce diretta ai grandi giocatori di un evento destinato a essere ricordato per sempre. Buffon, Toni, Gilardino, Perrotta – e tantissimi altri campioni intervistati dall’autore – raccontano ogni angolatura della loro avventura in Germania, spaziando dai dettagli più tecnici, fino agli aneddoti e ai ricordi personali.

“Si alza il sipario sulla grande rassegna, dunque. Sarà un Mondiale carico di meraviglie e di delusioni, di prodezze e di abomini (soprattutto di carattere disciplinare). Un Mondiale, in realtà, senza dogmi o certezze assolute. Perché il Brasile ha Ronaldinho e la Francia ha Zidane, è vero. Ma l’Italia ha la rabbia e la voglia di spaccare tutto che solo chi è stato denigrato e mortificato fino al parossismo può avere. Oltre alla forza disperata di chi, a questo punto, ha tanto da guadagnare e, ormai, assai poco da perdere”.

Carta e penna alla mano!

 

 

May the Force be with you!
Precedente INK’S CORNER: Vita e morte di Toyo Harada (Edizioni Star Comics) Successivo I ricchi di Joyce Carol Oates | Recensione di Deborah