Il 6 di Oxford Street di Deborah Begali | Recensione di Deborah

 

Benedict, dopo che settimane prima entrambi avevano passato una notte intera sul divanetto della stanza col camino, non aveva più voluto dormire accanto a lei. Fino al matrimonio non sarebbe più accaduto, come d’ovvio. Da quel giorno era proseguita la convalescenza di Georgiana e ora la sua salute volgeva al meglio. No, a lei non interessava nulla circa il modo in cui sarebbe divenuta la signora Benedict. Voleva solo sposarlo, desiderava unicamente stare con lui sempre, senza destare scandali, senza dover rendere conto nella corrispondenza settimanale alla cugina Mabel del perché si trovasse a casa del capitano Lucas Benedict.

 

Editore: Leggereditore
Data di uscita: 20 dicembre 2018
Pagine: ***
Prezzo: 4.99 € ebook
Acquistali subito: Il 6 di Oxford Street (Leggereditore)

Inghilterra 1817. Lucas Benedict e Georgiana Eagle, finalmente marito e moglie, si godono la luna di miele nel Mediterraneo a bordo della Thalia. Non tutto, però, procede secondo i piani. Nonostante i numerosi scali e le distrazioni offerte dal viaggio, Georgiana non riesce a non pensare alla sua famiglia: la mancanza di notizie dall’Inghilterra le fa sospettare che qualcosa di terribile sia accaduto ai suoi cari. Come se non bastasse, anche Lucas si comporta in modo anomalo, alternando nei confronti della moglie inspiegabili fasi di ostilità a momenti di inarrestabile passione. Georgiana ignora che un terribile segreto lo perseguita da molto tempo e rischia di compromettere il loro futuro insieme. L’oscuro e raccapricciante passato del capitano Benedict, infatti, è tornato a farsi vivo, e il tormento legato alla sua casa natale, il 6 di Oxford Street, rende Lucas insicuro e spietato, pronto a qualsiasi cosa pur di evitare che la sua adorata moglie ne rimanga invischiata. Riuscirà l’amore tra lui e Georgiana a essere più forte del destino avverso e a contrastare la dispotica Lady Asheby, capace di tenere sotto scacco ogni mossa di Benedict?

 

Iniziamo la settimana con un tuffo nel passato, salpiamo per raggiungere l’Inghilterra dell’epoca Regency, approdiamo a Il 6 di Oxford Street, per incontrare di nuovo Georgiana e Lucas, protagonisti di Georgiana. Il seguito di questa appassionante e complicata storia d’amore ci riserverà molte sorprese, pronti a mollare gli ormeggi?

 

Lasciare Costantinopoli con un cattivo mare come quello non giovò all’umore di Benedict. Ognuno tornò alle proprie mansioni: il capitano al comando e Georgiana al mascone di dritta, ben stretta tra le coperte a causa del clima che si faceva più rigido di giorno in giorno. La meta seguente, secondo il programma che aveva stilato Lucas, doveva essere Venezia. La sera calò sul mare oleoso e placido. Georgiana vagabondò da poppa a prora per un altro paio d’ore e si scoprì, per la prima volta dopo settimane, molto annoiata soprattutto perché non aveva idea di quanto sarebbe durato.
Iniziò a immaginare cosa stesse succedendo in Inghilterra. Che cosa avrebbe fatto, in quella serata di fine novembre, se non avesse mai lasciato il cottage per sposare Benedict?

 

Nell’Inghilterra vittoriana non è facile essere una donna risoluta, ironica, cocciuta e completamente fuori dall’ordinario come Georgiana; nel primo romanzo ho davvero amato la protagonista, la sua forza, la sua voglia di indipendenza e di non piegarsi alle convenzioni dell’epoca. Stranamente, rispetto alle mie solite abitudini, ho prefetito la protagonista femminile, Lucas infatti mi è sempre sembrato troppo scorbutico e prepotente, una persona che nasconde completamente le proprie emozioni perché le considera una debolezza. Ho lasciato Georgiana con grande curiosità e aspettativa nei confronti della strana storia d’amore tra i due protagonisti, ero piena di domande e di curiosità. Ritroviamo i protagonisti alle prese con il proprio matrimonio, tutto è pronto per il grande giorno, Georgiana è impaziente di diventare la signora Benedict, di salpare per il mare e vivere una dolce luna di miele con il suo amato Lucas, è convinta che appena si allontaneranno dal porto a bordo della Thalia l’uomore del futuro marito migliorerà. La cerimonia organizzata è molto riservata, sfarzi, lustrini e merletti sono categoricamente banditi, tutto si svolge all’insegna del rigore e della sobrietà, in un clima quasi di massima segretezza. Questa scelta, anche se successivamente sarà spiegata dall’autrice, non mi ha convinto molto perché ha reso freddo e un pò impersonale l’inizio del romanzo; mi sarebbe piaciuto assistere ad un matrimono gioioso per la coppia.

 

La zingara, nel tempo, aveva compreso come la paga fosse tanto più alta quanto più ottimistiche erano le notizie che profetizzava. Una carta negativa come il diavolo poteva sussistere all’interno di un messaggio quasi del tutto positivo, serviva a convincere il pubblico che i buoni risultati si ottengono con un po’ di fatica. Nel caso della giovane donna inglese, però, la zingara aveva escluso le ultime due carte sostituendole con qualcosa di più innocuo. Se avesse annunciato loro la vera profezia che era uscita dalle carte, era certa che quel tale, quello che l’aveva spinta e buttata a terra, l’avrebbe ammazzata a bastonate. Le due carte che la vecchia aveva prontamente estratto e con abilità scartato erano il bagatto e la morte. Se associati, i due arcani presagivano che qualche bastonata sarebbe stata riservata anche alla tenera mogliettina del violento signore che l’aveva aggredita.

 

Georgiana e Lucas felici e sposati partono a bordo della Thalia per una dolce luna di miele alla scoperta delle bellezze dei Mediterraneo. Tra i due il clima è molto teso, Lucas continua ad essere freddo e criptico, è come se, da abile stratega, faccia di tutto per nascondere qualcosa alla moglie. La serenità tra i due protagonisti è continuamente minata dal caratteraccio di Benedict, sembra di essere sempre in precario equilibrio, pagina dopo pagina affrontiamo sempre problematiche e mai un vero e proprio momento di felicità. Mi sarebbe piaciuto molto assistere ad un’evoluzione, un cambiamento da parte di Lucas, invece ha sempre l’aria di essere inamovibile. Georgiana invece inizialmente perde molto della sua incisività, non è più la donna risoluta e cocciuta che avevamo conosciuto, diventa accondiscendente, perde il suo carisma pur di cercare di ritagliarsi piccoli momenti di felicità con il marito. Ho trovato l’inizio del romanzo un pochino pesante: quasi ad ogni pagina i protagonisti affrontano una nuova discussione che si protrae di porto in porto; emerge forte e chiaro che Lucas celi qualcosa di molto spiacevole, questo fattore personalmente non ha alimentato la mia curiosità di scoprire cosa fosse perché in un clima già piuttosto negativo, avrebbe peggiorato ulteriormente la situazione. Infatti così è stato.

Si sedette alla specchiera. No, Lucas non avrebbe mai accettato un duello contro di lui. Eppure, Georgiana rabbrividì lo stesso. Si sedette alla specchiera. Erano passati più di sei mesi e, seppur fosse ancora molto bella, il viso mostrava i segni del viaggio che aveva compiuto e la dieta incerta della vita di mare, come pure le fatiche del mese trascorso a Windhall nel timore dell’abbandono.

 

Devo ammettere che la questione misteriosa mi ha davvero spiazzata, Deborah Begali in questo è stata davvero magistrale! L’autrice ha confermato uno stile di scrittura chiaro e ricercato, dalle sue parole emerge forte tutta la sua passione per ricreare al meglio i dettagli di un epoca lontana e affascinante. Dopo aver scoperto l’altarino di Lucas, la vicenda diventa più intrigante ed appassionante, anche se mi è rimasta la sensazione di non essere coinvolta dalla storia come lo sono stata con il primo romanzo. La felicità di Lucas e Georgiana potrebbe essere minata per sempre a causa di un inganno, per colpa di personaggi subdoli e vendicativi sempre in agguato. Un nuovo mistero emerso dall’oscuro passato di Benedict causerà davvero molti problemi ai protagonisti della storia, la coppia dovrà affrontare un lungo e tortuoso cammino, proprio nel momento in cui sembra ritrovare un pò di serenità tutto ripiomba nell’oscurità. Il destino, purtroppo, sembra non essere molto clemente e benevolo nei confronti di Georgiana e Lucas, in Il 6 di Oxford Street la loro relazione appare costellata da problemi e situazioni a dir poco spinose da risolvere.

Il 6 di Oxford Street è un romanzo piacevole e davvero ben curato, la voce di Deborah Begali dona un grande valore aggiunto al suo romanzo. Personalmente mi aspettavo solo un pò più di amore, affetto e felicità per Georgiana e Lucas, ma sono molto felice di aver intrapreso con loro questa nuova avventura.

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’autrice, Deborah Begali, per la copia omaggio

 

May the Force be with you!
Precedente Cover Reveal: La verità del sangue di Fabrizio Roscini (Leone Editore) Successivo Un libro per due: Cardinal - La stagione delle mosche di Giles Blunt