Inku Stories #39: La stirpe della sirena di Satoshi Kon (Star Comics)

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Oggi parliamo della mia lettura condivisa insieme a Valentina de Il colore dei libri, La stirpe della sirena di Satoshi Kon, pubblicato da Edizioni Star Comics nella collana Umami.

Data di uscita: 26 Giugno

Acquistalo subito: La stirpe della sirena

Editore: Star Comics
Collana: Umami
Traduzione: Andrea Maniscalco
Genere: Manga

Prezzo: € 15,00
Pagine: 256

Un’antica leggenda di una piccola località marittima giapponese narra di un patto, stretto molto tempo fa, fra un sacerdote shintoista e una sirena: l’uomo si sarebbe preso cura di un uovo donatogli dalla creatura, ottenendo in cambio prosperità per il suo villaggio. Ogni sessant’anni, inoltre, l’uovo misterioso andava riportato in mare per essere riconsegnato alla sirena, che in cambio ne avrebbe donato uno nuovo. Il momento di rinnovare il rituale è ormai alle porte, ma l’attuale sacerdote, padre del giovane Yosuke, è scettico nei confronti della tradizione e preferisce sfruttare l’antica leggenda per portare sviluppo economico e progresso in quelle terre, pur dovendosi scontrare con gli abitanti del luogo. Yosuke, che nutre dei dubbi circa l’esistenza della sirena, si troverà costretto a fare una difficile scelta…

C’è spensieratezza nell’aria, nonostante il caldo l’estate scivola leggera sui corpi delle persone, appesantita solo dallo scorrere del tempo che però in acqua sembra diluirsi più lentamente, come se le onde riuscissero a fermare la sabbia che riempie la clessidra e per un momento, ogni preoccupazione, ogni sensazione negativa, è solo un eco di fondo, un fantasma che sbiadisce nel momento stesso in cui ci si immerge in acqua. È una sensazione meravigliosa il solo camminare sulla sabbia alla ricerca di conchiglie, di gusci, per creare gioielli o semplicemente per avere un ricordo di tutto questo, per il futuro, quando le giornate diventeranno frenetiche e il caos invaderà le nostre vite.

Ed è sulla scia di queste sensazioni meravigliose che oggi vi parlo di un’opera intrigante e magnetica, letta insieme a Valentina, del grande maestro Satoshi Kon di cui ho avuto modo di apprezzare il suo lato da regista mai quello di mangaka. Si intitola “La stirpe della sirena” ed è uscito il 26 giugno per Edizioni Star Comics, altro formidabile tassello della collana Umami, che con questa riedizione raccoglie la serie di Kon aggiungendo al piatto anche una sua storia inedita: Emozioni d’estate.

Una promessa. Un patto tra il mare e gli uomini. Molto tempo fa nella piccola località marittima di Kamijima un sacerdote shintoista ha stretto un accordo con una sirena o umibito che si voglia dire, promettendo di prendersi cura del suo uovo e ogni sessant’anni di riportarlo in mare in modo da dimostrare la sua lealtà al popolo delle acque e in cambio ricevere sempre una pesca abbondante. Con il passare degli anni la tradizione è stata tramandata nella famiglia di Yosuke, che sin da piccolo ha imparato quanto sia importante il valore di una promessa. Tuttavia qualcosa di spezza nel momento in cui suo padre rinuncia alla tradizione per dare l’isola in pasto alle lobby e trasformarla in un resort turistico, Marine Land, un modo per far avvicinare i turisti a Kamijima e far rifiorire l’economia.

Crudo e spietato il padre di Yosuke sembra intento a portare avanti una nuova tradizione, quella del denaro, che riempie le tasche distruggendo però ogni cosa, allontanando sempre di più l’idea di un luogo magico come lo era un tempo Kamijima e trasformandolo in qualcosa di più commerciale, dove la tradizione è solo un business e l’uovo un’occasione per fare altri affari. Eppure queste creature fantastiche sembrano essere tutt’altro che leggende, si manifestano “timidamente”, quasi come se fossero allucinazioni, riportando la mente di Yosuke ancora lì, alla promessa, a quel patto stretto con lealtà che rischia di essere spezzato, mettendo in pericolo non soltanto la sua famiglia ma l’intera Kamijima.

Uno degli aspetti più interessanti di quest’opera sono le tavole, i disegni curati e molto dettagliati del maestro che allo stesso tempo mantengono intatta la tradizione della pulizia e della semplicità del disegno giapponese, con personaggi davvero espressivi e ben delineati che pur mantenendo il loro tratto pulito si fondono alla perfezione con uno sfondo ricco di dettagli e di retini, creando un forte contrasto che rende quest’esperienza visiva davvero unica. 

Il fantastico si scontra con il realismo in una storia mozzafiato capace di tenere incollati alle pagine tutti i tipi di lettori, un mistero che si intreccia alla magia, le tradizioni che si scontrano con il progresso in un duello all’ultimo sangue che vede nell’occhio del ciclone il destino di questa piccola isola. 

E poi ci sono quelle emozioni d’estate che arrivano all’improvviso e travolgono chi le prova con la forza di uno tsunami, tra battiti sempre più accelerati e una voglia disperata di amare e sentirsi amati, un forte impulso al quale non riesce a resistere e trasforma il più pacifico degli studenti in un prode cavaliere che cerca di salvare una fanciulla nella speranza di ritrovare ciò che ha perduto, di rivedere un volto che gli appartiene ma che è rimasto impresso in una fotografia. Piccoli baci rubati e pugni ben piazzati, l’estate di Kon scivola in maniera intensa, tra alti e bassi.

Questo è un volume che racchiude l’estate in tutte le sue sfumature. Un’occasione per partire per un viaggio all’insegna della scoperta del fantastico e del mistero, tre elementi che fanno di quest’opera qualcosa che bisogna assolutamente aggiungere alla propria collezione.

“Senti, mamma, perchè le onde non finiscono mai?”
“Chissà… forse perchè i nobili umibito sono sempre in pensiero per l’uovo che ci hanno affidato.”

⚜ Manga simili: Anche se non è un manga, Perfect Blue, debutto alla regia dello stesso Kon.
⚜ Reazione post lettura: 
Una promessa è una promessa.

⚜ Pagine lette: 256
⚜ Da consumarsi preferibilmente: Con un tè ghiacciato, tra gli scogli, dove l’unica colonna sonora è il rumore delle onde che si infrangono sulle rocce.

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Star Comics per la copia omaggio.

 

May the Force be with you!
Precedente INK’S CORNER: Stranger Things. Il sottosopra (Magazzini Salani) Successivo Amore a prima copertina – Cover Love #62