Inku Stories #50: One piece. Doors! Vol. 1 (Edizioni Star Comics)

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Oggi parliamo ancora di One Piece, ma questa volta della parte più divertente del manga, con One Piece Doors! esploriamo le mini avventure dei personaggi alle prese con le situazioni più esilaranti.

Pagine: 288

Acquistalo subito: One Piece Doors!

Editore: Edizioni Star Comics
Genere: Art book
Categoria: Shonen
Traduzione: Yupa

Data di uscita: 1 Novembre
Prezzo: € 6,90

A tutti i fan dell’osannato manga del maestro Oda e a chi ancora non ha avuto l’occasione di scoprirlo, Star Comics ha il piacere di presentare One Piece Doors!, un’eccezionale raccolta delle aperture di capitolo della serie che vi farà sbellicare dalle risate! Tra divertentissime illustrazioni che ritraggono i membri della ciurma di Cappello di Paglia alle prese con una miriade di animali, e le famose “mini avventure”, che vi daranno modo di seguire i tortuosi percorsi intrapresi da vari personaggi secondari lontano dai riflettori della serie principale, non c’è davvero di che annoiarsi! Ma se ancora non vi bastasse… eccovi dei ricchissimi approfondimenti per sapere tutto, ma proprio tutto, sulle illustrazioni d’apertura e sui loro protagonisti. E allora, che state aspettando?! Un mondo di avventure vi aspetta!

Quando l’inverno bussa alla porta assieme ai suoi malanni non c’è niente di meglio di qualcosa che riesca a strapparci una risata fra uno starnuto e l’altro, qualcosa che ci accompagni lungo la via della guarigione che possa alleviare le nostre pene. Oggi parliamo proprio di uno di quei manga che con la sua forza e la sua ilarità può trasformare un momento brutto in un bel ricordo di un pomeriggio passato a leggere qualcosa di unico, infatti il protagonista di oggi è il primo volume di One Piece Doors!, manga dedicato esclusivamente alle tavole di apertura dei vari capitoli di One Piece.

Chiunque abbia letto almeno un volume di questo spettacolare manga sa benissimo che all’inizio di ogni capitolo il maestro Oda dedica una tavola ad un personaggio o ad una piccola scenetta che ritrae avventure che non sono contemplate nell’opera principale e la completano dandoci qualche dettaglio sulla sorte di alcuni personaggi che non si vedono da diverso tempo.

L’intero volume si divide in due diverse categorie di illustrazioni di apertura, le mini avventure e il teatrino degli animali, in cui i personaggi principali interagiscono con animali di ogni sorta. Sicuramente i più attenti avranno anche riconosciuto molte di queste illustrazioni nelle animazioni delle sigle di apertura e chiusura degli episodi dell’anime che a suo modo integra queste scenette al suo interno.

Una delle storie più interessanti e divertenti è quella dedicata al “piccolo” Bagy, ovvero la spassosa serie di eventi che vedono come protagonista Bagy il clown dopo la sua prima sconfitta, privato delle sue braccia e delle sue gambe che erano state sparate via con il suo enorme cannone, lasciando solo le sue mani e i suoi piedi attaccati alla sua testa.
In questa piccola avventura vediamo la sua serie di disavventure nel tentativo di ritrovare le parti mancanti del suo corpo e di riunire la sua ciurma assieme ad Albida per poi arrivare a Rogue Town e tendere un’imboscata a Rufy. Nella storia principale tutti questi avvenimenti vengono ignorati perchè sarebbero stati ridondanti e avrebbero spezzato la storia con troppe informazioni, ma ovviamente Oda ha deciso di reintegrarli dandoci la possibilità di vedere tutto questo.

Un altra mini avventura che mi ha colpita è stata quella di Ace alla ricerca d Barbanera e di informazioni sul suo conto che finisce per vivere mille avventure folli e divertenti che lo vedono passare prima attraverso diverse città per poi finire in una base della marina, finendo come sempre per aiutare chiunque incontri sul suo cammino.

Questo è senza dubbio un volume unico nel suo genere che ci trasporta attraverso avventure che in un certo senso sono “inedite” mettendole insieme e permettendoci di gustarle tutte in una volta a differenza di come vengono proposte nel manga nel quale sono diluite su diverse settimane di pubblicazione. Lo stile di Oda si sarà anche voluto ma trovo che alcune vecchie illustrazioni restino memorabili, soprattutto quelle che riguardano i mugiwara, tra le mie preferite ci sono proprio le mini avventure di Bagy il clown, che a distanza di anni continuano a farmi ridere.

Se ripenso al viaggio di Rufy e della sua ciurma mi viene quasi da piangere, sarà il manga più lungo della storia e forse tra cinque anni finirà, ma comunque tra tutti resta il mio preferito, un’opera che ha saputo fare delle tragedie e delle ingiustizie di un mondo assurdo la forze di un ragazzo che sogna di cambiare la sua vita diventando il più grande dei pirati, lasciando un segno nel cuore di chiunque incontri sul suo cammino, che sia un amico o un nemico.

⚜ Manga simili: One Piece
⚜ Reazione post lettura:
Risate a crepapelle con una spruzzata di nostalgia

⚜ Pagine lette: 288
⚜ Da consumarsi preferibilmente: in qualunque momento

 

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Star Comics per la copia omaggio.

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Let's talk about: La Signora Lana e il profumo della cioccolata di J. Richter Successivo Macchioline: Hugo. Cattivo, sanguinario e… PERICOLOSISSIMO?