Let’s talk about: Romanzo d’estate di Elisa Averna (Eretica Edizioni)

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Dopo avervelo presentato è giunto il momento di parlare di “Romanzo d’estate” di Elisa Averna, la peculiare storia del barone Patterson raccontata dai diari di tre bambine.

Data di uscita: 18 Settembre

Acquistalo subito: Romanzo d’estate

Editore: Eretica Edizioni
Genere: Romanzo storico
Pagine: /
Prezzo: € 14,00

Nell’Inghilterra vittoriana, tre sorelle sono mandate dalla loro istitutrice in vacanza in posti diversi ma vicini con il compito di scrivere un diario. Dai tre diari emergerà una realtà completamente diversa sul conto del barone Patterson, uomo dall’insospettabile tripla vita.

Elisa Averna, laureata in Lettere e Filosofia con indirizzo demo-etno-antropologico e specializzata in Conservazione dei Beni Culturali, si occupa di progettazione museologica. Ha pubblicato opere di saggistica e le seguenti opere di narrativa: Prisma (2019), Chiodi di ghiaccio (2020), Pizzi neri e merletti grigi (2020). Sono in corso di pubblicazione L’Aquila d’Oro – Sulle tracce del Quarto Reich (2021) e H.H Figlia della strada (2021).

È scattata la scintilla, così, in maniera spontanea. Il romanzo di Elisa Averna mi ha deliziata quando ne avevo bisogno, complici anche il periodo storico in cui è ambientato, l’Inghilterra vittoriana e il mistero del barone Patterson. Prima di mettere insieme i tasselli di un puzzle sempre più strano però ci regala anche uno squarcio nella vita di Miss Sullivan, una giovane istitutrice dal passato travagliato che è stata costretta ad allontanarsi dalla sua terra, ricominciare altrove e diventare un punto di riferimento per i più piccoli.

Nonostante le ferite del cuore, però, Miss Sullivan deve far ritorno a Gloucestershire per occuparsi sia delle figlie dei Crow, Justine ed Abigail, due gemelle particolarmente vivaci in perfetta simbiosi fra di loro, che della nipote Nellie, una bambina che ha fatto del silenzio il suo rifugio, ma che in una società aristocratica come quella di cui fanno parte i Crow mette in cattiva luce la loro posizione. La precedente istitutrice non è riuscita nell’intento di insegnare un po’ di disciplina alle bambine per questo motivo l’aiuto di Estelle Sullivan risulta fondamentale.

È sulla strada per la tenuta dei Crow che i ricordi riaffiorano, le ferite del cuore continuamente rattoppate si scuciono un po’ e il dolore si diffonde, tutte quelle piccole cose lasciate in sospeso vengono a galla e Miss Sullivan si ritrova in balìa delle emozioni e dei tormenti, che vengono messi a tacere una volta incontrate le bambine di cui deve prendersi cura. 

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Il nuovo lavoro la mette a dura prova ma lei non demorde, mostra sin da subito la sua tenacia e nonostante le pressioni dei Crow cerca di andare oltre alle apparenze, capire i comportamenti delle bambine, ascoltare prima ancora di impartire lezioni. Si accorge sin da subito che c’è molto di più dietro la birbanteria delle gemelle e il mutismo di Nellie. Elisa Averna scava a fondo dentro all’animo dei suoi personaggi e con il succedersi delle stagioni racconta un doloroso percorso di formazione che nell’estate comincia a dare i suoi frutti, è infatti la sua idea di far scrivere un diario alle bambine durante le vacanze estive a far emergere un mistero che prende forma, qualcosa che era sempre stato lì ma che soltanto attraverso i pensieri delle bambine viene messo a fuoco: il barone Patterson.

È nelle incongruenze raccontate da Abigail, Nellie e Justine che questa enigmatica figura si impossessa della scena, per un momento non esiste altro che lui, le diverse maschere che indossa per riuscire a portare avanti una triplice vita che però viene impressa dentro alle pagine di tre diarii, oggetti all’apparenza innocui ma che riescono ad aprire un nuovo squarcio nella vita di Miss Sullivan e fare luce sul mistero del barone. È amara la verità che emerge alla fine, ma lo è ancora di più rendersi conto di dover salutare i personaggi.

Romanzo d’estate è l’inizio di un viaggio che porta alla medesima meta che viene vissuto in modi differenti e con il succedersi delle stagioni mostra sia il lato dolce che quello amaro della vita, racconta la perdita, il dolore e la forza di rialzarsi in un percorso di formazione che coinvolge tutti i personaggi. Non sono mai statici, ma crescono, il cambiamento si insinua nelle piccole cose e travolge anche chi meno se lo aspetta. È breve ma intenso il romanzo di Elisa Averna, piacevolmente inaspettato e perfetto per chi cerca una lettura fresca e coinvolgente, con un pizzico di mistero e dei personaggi indimenticabili.

«Gloucestershire: troppo dolore, troppi ricordi, un amore perduto e un cuore spezzato».

 

 

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’autrice per la copia omaggio.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Close-Up: Potenza e Bellezza di Elido Fazi (Fazi Editore) Successivo Paper Corn: Jingle Jangle: un'avventura natalizia