Paper Corn: Un Natale su misura di Sam Irvin (2018)

 

 

Titolo originale: Christmas made to order
Anno:  2018
Genere: Commedia romantica
Regia: Sam Irvin

In vista dell’arrivo della sua famiglia per Natale, un architetto, ingaggia una decoratrice per le feste, che porterà nella sua vita molto più che addobbi gioiosi.

Steven è un architetto che dedica la propria vita al lavoro, non ha di certo tempo per decorare la sua casa per Natale, neanche in vista dell’arrivo straordinario della sua famiglia.

Gretchen è una giovane imprenditrice che prova a fare della sua passone il suo lavoro, ovvero organizzare feste e decorare ambienti. Gretchen è una donna allegra e brillante, innamorata del Natale e delle decorazioni.

 

La mia maratona di commedie romantiche a sfondo natalizio prosegue sfogliando il catalogo Netflix, curiosando mi sono imbattuta in Un Natale su misura, la storia di un architetto stacanovista e di una donna che prova a fare della sua passione il suo lavoro. Il film in sé è abbastanza carino anche se devo ammettere che personalmente non mi ha fatto molto impazzire a livello di trama. La storia è godibile, leggera, frizzante e con una buona dose di vibes positive, ma mi è sembrata eccessivamente artefatta. Lo so, non si può pretendere tanto con questo genere di pellicole, però ho avuto questa sensazione fastidiosa che fosse proprio solo un film, tutto urlava finzione. I dialoghi e le varie situazioni mi sono sembrate molto finte, ho avuto la sensazione che la storia fosse un po’ forzata.

Mi sono piaciute molto le atmosfere natalizie, tutto molto americano e tutto molto eccessivo ma amo essere immersa nelle cittadine che si trasformano in veri e propri villaggi natalizi. Le ambientazioni sono curate nel dettaglio, le decorazioni dei vari set sono meravigliose, sgargianti e luminose come è giusto che sia in questi film.

 

 

Steven è un architetto stacanovista che ha dedicato anima e cuore alla carriera, solitamente in occasione delle feste natalizie si concede un paio di giorni di svago per andare a trovare la sua famiglia. Quest’anno però la famiglia di Steven ha problemi con la casa e non potrà accogliere tutti, per questo eccezionalmente sarà la famiglia ad andare da Steven per Natale. Steven non ha tempo per prepararsi all’arrivo dei suoi famigliari, non ha minimamente addobbato la sua casa per le feste e non riuscirà a stare diversi giorni in loro compagnia. Quindi che fare? Gretchen è la risposta!

Gretchen è una giovane donna che si occupa di allestire set per cataloghi, nel tempo libero però sta cercando di fare della sua passione il suo lavoro: organizzatrice di feste, specializzata nel Natale. Sì, Gretchen sta costruendo il lavoro che quasi tutti vorrebbero, essere pagata per addobbare le case con mille mila lucine colorate. Insomma, per me sarebbe un vero sogno! Purtroppo però non è facile costruirsi una propria attività di successo, i clienti al momento scarseggiano quindi la protagonista non ha esitato ad accettare la richiesta dello strano tipo conosciuto per caso nell’atrio di un’azienda.

I due protagonisti iniziano a vivere una serie di giornate colorate e divertenti nelle quali si conosceranno a fondo, complice la magia del Natale nascerà qualcosa di prezioso tra i due.

 

Al prossimo film!

 

 

May the Force be with you!
FILM , ,

Informazioni su Deborah

Io sono Deborah, una ragazza sognatrice e fantasiosa; con una grande passione per i libri, i film e la scrittura. Sono una ragazza dinamica e attiva, ma quando sento nominare la parola “maratona” mi vedo sul divano con coperta e popcorn a guardare puntate su puntate di serie tv, o la saga completa dei film di Harry Potter!

Precedente Tea time: Arriva John Woods e la sua Lady Chevy Successivo Chi cerca trova: Le novità in libreria per bambini e ragazzi