#proiettilidicarta: Ragazze selvagge di Phoebe Morgan

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Torna in libreria Phoebe Morgan con il suo quarto romanzo, “Ragazze selvagge”, in uscita oggi per Leone Editore e tradotto da Eleonora Carlotta Gallo.

Data di uscita: 16 Settembre

Acquistalo subito: Ragazze selvagge

Editore: Leone Editore
Collana: Mistéria
Genere: Thriller
Traduzione: Eleonora Carlotta Gallo
Pagine: 344
Prezzo: € 15,10

La timida Grace, la materna Hannah, la prorompente Alice e la conturbante Felicity erano amiche per la pelle, finché una fatidica notte non ha cambiato ogni cosa, separando le loro strade. Da allora, sono passati due anni senza che nessuna avesse più notizia delle altre. Perciò Grace rimane molto sorpresa quando, una mattina, trova nella sua posta l’invito alla festa di compleanno di Felicity, in un lussuoso complesso in Botswana. Ed è ancora più sorpresa quando scopre che Hannah ed Alice hanno ricevuto la stessa lettera. 

Sembra finalmente l’occasione di ricucire il loro rapporto; ma, una volta arrivate in Africa, le tre amiche si rendono conto che qualcosa non va. Non solo Felicity non si trova da nessuna parte, ma l’intero complesso pare deserto. Come se non bastasse, presto iniziano ad apparire degli strani biglietti, con allusioni alla notte che ha distrutto la loro amicizia. Grace, Hannah ed Alice devono accettare la realtà: quella non è una festa. È una trappola. E adesso devono trovare il modo di uscirne, prima che sia troppo tardi.

Mi sembra quasi di vedere una scena a rallentatore, un bicchiere di vino che si frantuma sul pavimento e il liquido che si espande dappertutto. Certo, si può pulire tutto il disastro, ma ci sarà sempre una scheggia di vetro che mancherà all’appello e verrà ritrovata a distanza di tempo. È quella fastidiosa scheggia che non sapevamo di dover cercare il cuore dell’ultima fatica letteraria di Phoebe Morgan, “Ragazze selvagge”, una storia che un po’ come The Girl Next Door. I segreti di Ashdon nasconde la sua vera essenza nel profondo di una narrazione fatta di mistero, segreti e un forte desiderio di dare voce ai propri pensieri. 

Grace, Hannah, Alice e Felicity sono le ragazze selvagge, un gruppo di amiche protagoniste della nuova storia di Phoebe Morgan, maestra nel raccontare di rapporti tossici e famiglie disfunzionali. All’apparenza le ragazze selvagge sono un gruppo unito, disposte ad attraversare mezzo mondo per aiutarsi a vicenda, almeno fino a quando qualcosa non si rompe e gli equilibri che tenevano insieme il “team” vengono a mancare. Questo accade due anni fa con la comparsa di Nathaniel, nuovo fidanzato di Felicity che sembra mettere il gruppo in agitazione.

Una busca immacolata viene recapitata due anni più tardi a Grace, Hannah e Alice, un delizioso invito alla festa di compleanno di Felicity, un modo per riavvicinarsi e solidificare le fondamenta traballanti della loro amicizia. Diviene quindi normale tornare a scriversi e provare ad accantonare quegli anni di silenzio nei quali le ex ragazze selvagge sono andate avanti con le loro vite, ognuna alle prese con le dure prove a cui la vita le continua a sottoporre. Il suono delle notifiche cambia il ritmo delle loro esistenze, sembra quasi che il vecchio gruppo stia tornando alla ribalta, rivivendo quei bei momenti d’oro che c’erano stati in passato o almeno prima che tutto andasse a rotoli.

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Come sempre quando si raggiunge l’apice è sempre più facile mettere un piede in fallo e cadere rovinosamente, ed è proprio questo che accade quando tutto si rompe ancora una volta. Un weekend di festeggiamenti si trasforma in un nuovo incubo, il passato si rovescia ancora una volta nelle vite delle protagoniste, facendole precipitare nuovamente nel terrore. Le parole non dette diventano macigni, i sussurri riportano a galla vecchie ferite e come se non bastasse ogni parola brucia più del sale. Il Botswana accoglie le tre londinesi in tutto il suo splendore, avvolgendole con la sua natura selvaggia e mettendole subito alla prova, il resort prenotato da Felicity sembra un paradiso, ma poco a poco diventa chiaro che non si tratta altro che di un piccolo inferno terreste dove ognuna di loro deve fare i conti con il passato che le lega, specialmente Grace e Felicity.

Grace sin da sempre convive con una verità dolorosa che nessuno sembra voler ascoltare e che l’ha portata ad annullare se stessa, mentre per Felicity le cose sono ben diverse, la sua vita perfetta si regge su un pilastro talmente sottile di bugie e dolore che l’hanno portata a dover accettare ogni comportamento sbagliato e violento scambiandoli per amore. Cerca quindi nei rapporti tossici la speranza di un nuovo e duraturo amore e nell’ossessione la prova che per essere felici bisogna spingersi dove nessuno si spingerebbe mai pur di continuare ad alimentare un ideale sbagliato.

Siete quindi invitati alla festa più macabra dell’anno, mascherata da sfarzo in cui le porte dei lodge della Deception Valley si aprono soltanto per mostrare l’orrore della vita di due donne che hanno dovuto portare un peso fin troppo grande sulle spalle.

«Una di voi sa perché siete qui. E una di voi pagherà».

 

 

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Leone Editore per la copia omaggio.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Il mio anno di riposo e oblio di Ottessa Moshfegh | Recensione di Deborah Successivo Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink's Phillips Station di Fannie Flagg