Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink’s Phillips Station di Fannie Flagg

Fannie Flagg è stata attrice e sceneggiatrice televisiva, cinematografica e teatrale. Tra i suoi libri, tutti disponibili in BUR, ricordiamo Torta al caramello in Paradiso e Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink’s Phillips Station.

 

Contrariamente a tutte le aspettative, era sopravvissuta all’ultimo matrimonio delle tre figlie, Dee Dee, Ce Ce e Le Le. L’unico ancora da accasare era il maschio, Carter, che aveva venticinque anni e viveva ad Atlanta. Sarebbe stata la povera madre della sposa (che Dio avesse pietà di lei) a organizzare il lieto evento. Per le nozze di Carter Sookie ed Earle avrebbero dovuto solo presentarsi e sorridere.

 

Editore: Rizzoli Libri
Data di uscita: 4 giugno 2015
Pagine: 393
Prezzo: 12.00 €

La signora Sookie Poole di Point Clear, Alabama, ha appena accompagnato all’altare l’ultima delle sue figlie e si prepara a godersi un po’ di meritato riposo. Certo, c’è ancora l’anziana madre Lenore Simmons Krackenberry, con qualche momento di follia di troppo, da dover gestire, ma la vita sembra finalmente in discesa. Finché, un giorno, Sookie viene inaspettatamente a sapere qualcosa che mette in discussione tutto ciò che pensava di conoscere di se stessa, della sua famiglia e del suo futuro. Inizia così un viaggio di scoperta che la porta in California, nel Midwest, e persino indietro nel tempo, precisamente negli anni Quaranta, quando un’irrefrenabile donna di nome Fritzi rileva assieme alle sorelle la stazione di servizio del padre. La pompa di benzina gestita da sole ragazze, per di più in pattini a rotelle, riscuote un tale successo che i camionisti cominciano a modificare i loro itinerari pur di fermarsi alla leggendaria Wink’s Phillips 66. Ma questa sarà solo la prima di molte avventure in cui Fritzi, spirito libero e anticonformista, si getterà a capofitto nel corso della sua vita. E che insegneranno a Sookie che non è mai tardi per rompere gli schemi e reinventarsi davvero.

 

La primavera ci ha avvolti già da un po’, all’inizio di questa frizzante e colorata stagione sono tornata a immergermi tra le pagine di un’autrice che amo alla follia, Fannie Flagg. I suoi romanzi riescono a trasmettere sempre allegria e buonumore, sono perfetti da leggere in ogni situazione sia quando si è un po’ giù di morale sia quando si è felici, e ovviamente Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink’s Phillips Station ha confermato questa “regola”. Tornare a leggere un romanzo di Fannie Flagg per me è sempre un’esperienza meravigliosa, mi sono innamorata di questa autrice con Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop e in questo momento sto collezionando tutti i suoi romanzi, in libreria mi attendono già altre due storie.

Fannie Flagg è una delle mie autrici preferite, un’autrice che mi sta particolarmente a cuore perché oltre ad amare alla follia le sue storie mi ha aiutato a scoprire il mio genere letterario preferito, la letteratura americana specialmente quella del Novecento. Inoltre la scoperta di Fannie Flagg è avvenuta nel momento in cui ho riabbracciato la mia passione per la lettura dopo qualche anno di latitanza.

 

Ho guardato giù e le colline si sono tinte di un giallo limone vivacissimo, e c’era un arcobaleno davanti a me. Quando l’ho attraversato, te lo giuro, Billy, ho guardato fuori e le ali splendevano di rosa, verde e azzurro, ed ero così felice che sarei voluta restare lassù tutto il giorno.

 

Tornare tra le pagine scritte da Fannie Flagg è sempre come tornare a casa dopo un periodo di assenza, o meglio per me è come essere pervasa dalla forte sensazione di euforia, di sicurezza, di libertà e felicità che provo ogni volta che torno tra le mie amate montagne. La signora Sookie Poole e le ragazze della leggendaria Wink’s Phillips Station mi hanno tenuto buona compagnia, regalandomi momenti di spensieratezza, allegria ed evasione dalla realtà ancora cupa che stiamo vivendo. Lo stile di scrittura di Fannie Flagg è letteralmente unico e inimitabile, anche in questo romanzo troviamo una fantastica vena di ironia e umorismo che caratterizza tutta la vicenda, senza contare la leggerezza con la quale l’autrice tocca e ci trasmette tematiche delicate e ancora molto sensibili. Adoro il modo in cui Fannie Flagg parla a noi lettori attraverso le sue storie ironiche, divertenti e leggere di questioni molto delicate; su questo punto non riesco a spiegare benissimo a parole quello che provo ma ho la forte sensazione che grazie all’autrice riesco a essere ancora più sensibile e riflessiva riguardo alle questioni trattate. Solitamente quando mi trovo di fronte a romanzi frivoli che trattano temi importanti resto sempre contrariata, ovviamente i libri di Fannie Flagg per me non rientrano assolutamente in questa categoria ma comunque si tratta di storie leggere, divertenti e frizzanti che però racchiudono molto di più.

 

 

Giugno 2005, conosciamo la signora Sookie Poole di Point Clear, Alabama; una donna tranquilla con una vita piuttosto ordinaria, un marito amorevole e una bella famiglia. La signora Poole è pronta finalmente a godersi un po’ di tranquillità, dopo aver organizzato tutti i matrimoni per le figlie è giunta l’ora di prendersi un po’ di tempo per sé stessa da spendere con il marito, infondo quando sarà ora di accasare il suo unico figlio maschio lei sarà una semplice invitata alla cerimonia. La vita della signora Poole sembra scorrere placida e serena, ravvivata però da Lenore Simmons Krackenberry e dalle ghiandaie che rubano il cibo a tutti gli altri uccellini nutriti costantemente dalla protagonista. Questi due elementi creano decisamente un po’ di scompiglio a Sookie, specialmente Lenore Simmons Krackenberry, una signora egocentrica, prorompente, che ha sempre qualcosa da dire su ogni cosa. Dimenticavo un piccolo particolare, Lenore Simmons Krackenberry è l’anziana madre della signora Poole che in gioventù con il suo comportamento e temperamento ha reso le cose molto difficili per la sua stessa figlia.

La signora Poole a cinquantanove anni verrà a conoscenza di una notizia bomba che inevitabilmente creerà un forte scompiglio nella sua vita, verranno a meno le varie certezze, le sicurezze e le insicurezze della donna. Questa notizia condurrà Sookie in California per conoscere l’arzilla vecchietta Fritzi, una signora che quando è stata ragazza ha gestito una stazione di servizio con le sorelle durante la guerra, lavorando su pattini a rotelle. Fritzi riporterà alla luce avventure, emozioni e disavventure avvenute all’ombra Wink’s Phillips Station o a bordo degli aerei militari pilotati dalle WASP.

Voli acrobatici e pattini a rotelle a Wink’s Phillips Station è un perfetto romanzo in stile Fannie Flagg: ironico, divertente, irriverente e molto frizzante. Un romanzo capace di regalare a noi lettori una generosa dose di allegria e più di uno spunto per riflettere.

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente #proiettilidicarta: Ragazze selvagge di Phoebe Morgan Successivo Araldi del vuoto: Il racconto della Vecchia Balia di Elizabeth Gaskell