Un libro per due: Le ribelli di Chandler Baker (Longanesi)

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Gli scheletri non restano a lungo dentro l’armadio. Per un libro per due io e Sara di Bookspedia abbiamo scelto un thriller contemporaneo, “Le ribelli” di Chandler Baker, edito da Longanesi e tradotto da Alberto Pezzotta.

Pagine: 398

Acquistalo subito: Le ribelli

Editore: Longanesi
Collana: La Gaja Scienza
Genere: Fiction, Thriller
Traduzione: Alberto Pezzotta

Prezzo: € 19,00
Data di uscita: 30 Gennaio

Sloane, Ardie, Grace e Rosalita lavorano da anni alla Truviv, marchio di abbigliamento sportivo con sede a Dallas, e con molte delle loro colleghe hanno due cose in comune: sono madri lavoratrici e si muovono al di qua di una linea invisibile che le separa dai collaboratori uomini, nell’ombra del loro prepotente superiore Ames Garrett. Quando il CEO della Truviv muore improvvisamente e loro scoprono che la persona più vicina ad assumere il controllo del ruolo vacante è proprio Ames – che ha appena assunto una nuova ragazza, giovane, bella e single – capiscono che è arrivato il momento di fare qualcosa. Troppo a lungo, infatti, ci sono stati solo sussurri, bisbigli messi ripetutamente a tacere, ignorati o nascosti dai complici. Sloane, avvocato dell’azienda, convince le altre a fare qualcosa. Qualcosa di apparentemente innocuo, qualcosa che sembra un sussurro ma presto diventa un grido. La loro decisione metterà in moto una serie di catastrofici eventi all’interno dell’ufficio: le bugie saranno scoperte, i segreti verranno rivelati. E non tutti sopravvivranno. Le vite delle quattro protagoniste e delle persone a loro vicine – altre donne, colleghi, mogli, amici e persino avversari – cambieranno drasticamente di conseguenza.

Whisper Network, una rete di sussurri che si trasforma in un coro e porta un forte messaggio, tutto al femminile. L’esordio di Chandler Baker, infatti, racconta di donne, madri, mogli e amiche. Donne lavoratrici in una nota azienda di abbigliamento sportivo, leader nel suo settore e che al suo interno nasconde una mentalità retrograda e sessista.

“Ma quanto è sottile il confine che separa finzione e realtà?” Spesso questa domanda ce la poniamo quando sentiamo notizie come quelle che qualche tempo fa hanno scosso tutti i telegiornali, molestie a Hollywood, attori e attrici costretti a tacere per anni le molestie subite da chi poteva togliergli tutto al minimo rifiuto.

Di questo argomento non si parla mai abbastanza, sembra quasi che sia un tabù, qualcosa da nascondere sotto il tappeto, un fatto sporco di cui la società vorrebbe liberarsi alla svelta e senza rumore, invece è necessario sentire un vero e proprio frastuono, il grido di chi ha subito deve scuotere la terra come l’esplosione del Krakatoa, riducendo in polvere ogni muro e mettendo in luce tutti i torti subiti.

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Chandler Barker ha deciso di raccogliere il testimone e di portare questo grido fra le pagine del suo romanzo, facendone il suo cuore pulsante, portando l’esperienza di quattro donne in campo per fare da esempio, quattro impiegate che affrontano le dicerie e voci con coraggio e portano allo scoperto il marcio che si nasconde nel loro ufficio.

Questo marcio ha un nome, Ames Garrett, un viscido uomo che sta per diventare il nuovo CEO dell’azienda, una carica di potere supremo che rischierebbe di segnare una volta per tutte il destino delle donne dell’ufficio. Ames nasconde sotto al suo colletto bianco una vera e propria collezione di trofei, donne sedotte con l’inganno e costrette a fare disgustose per pura di perdere tutto ciò che avevano.

Sempre più spesso si sente parlare in giro di persone che denunciano molestie da parte dei propri datori di lavoro, le voci delle vittime che si uniscono in un unico coro per denunciare la brutalità di coloro che li hanno costretti a subire orrori per non perdere la propria posizione. 

Questo romanzo, da una parte, racconta il mondo odierno: le molestie sessuali sul luogo di lavoro e il modo in cui vengono vissute, per l’appunto attraverso una rete di sussurri che cresce e sente la pressione di coloro che detengono il potere, ma non ci sta a rimanere in silenzio e in questo senso, tenta il tutto per tutto, ribellandosi. 

Dall’altra, però, il buon intento si disperde, restano briciole e il messaggio viene soffocato da tutte le altre tematiche che poco a poco si intrecciano a quella principale, lasciandola letteralmente senza fiato. In questo contesto troppi elementi differenti hanno trasformato ciò che poteva essere un ottimo esordio in qualcosa che si riesce comunque a leggere, ma che poteva essere un debutto straordinario.

Chandler Baker ci propone qualcosa di unico nel suo genere, che nonostante a volte esca un po’ fuori dai binari del thriller, riesce a parlare di una tematica importante circondandola con una sfumatura di mistero, arricchita dalla sua grande conoscenza della struttura delle aziende moderne che spesso, purtroppo, sotto il velo dell’innovazione nascondono un’antiquata e atroce struttura basata sul sessismo.

«Un dolore fantasma, come quello che si può provare anni dopo un’amputazione».

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Longanesi per la copia omaggio.

 

May the Force be with you!
Precedente The Whispering Room: La finestra di Lea Dramis Successivo #proiettilidicarta: La ragazza dai capelli rossi di Lauren Stahl