The Whispering Room: La finestra di Lea Dramis

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.
(Pablo Neruda)

 

La nostra rubrica The Whispering Room ci conduce alla scoperta di La finestra, il romanzo scritto da Lea Dramis racconta della realtà violenta di una relazione in cui è imprigionata una giovane donna. Una tematica delicata e purtroppo molto attuale, largamente presente nelle cronache del nostro paese.

 

Editore: Manni
Data di uscita: 26 luglio 2019
Pagine: 189
Prezzo: 18.00 €

È una notte d’agosto, Sonia non riesce a dormire. Nel palazzo di fronte vede un uomo seduto al computer, e dietro quella sagoma sconosciuta può immaginare tutto. Tanto da sentirsene innamorata. Il romanzo si snoda lungo i fili che la protagonista tesse attorno a sé: quelli vicini, come la sorella, la madre, l’amica del cuore; e quelli meno prossimi, o ingarbugliati: gli inquilini, il fidanzato geloso, un giovane musicista amante dell’arte… Fili che, una volta dipanati, consentono di riconquistare l’equilibrio interiore, in un gioco di specchi con se stessa.

 

#Bottaerisposta

 

 

  • Come è nata l’idea di La finestra?

È nata dal ricordo di una vicenda vissuta in gioventù, che ho riadattato in forma narrativa in un
contesto totalmente diverso.

 

 

  • C’è un episodio che le si è delineato prima degli altri?

La prima immagine che mi è venuta in mente, da cui discende poi l’intero romanzo, è quella dell’uomo chino sul computer nel quadro di una finestra illuminata.

 

 

  • Ci descriva i suoi personaggi.

Sonia, la protagonista, è una giovane gemmologa che passa le sue giornate chiusa nel proprio
laboratorio. Ha una vita sociale piuttosto ridotta, poche amiche, e un profondo legame affettivo con
la proria sorella, e con la madre, che però vive lontano da lei.
Alfio, il compagno di Sonia, è un uomo irascibile e violento, che sta avviando un’attività
imprenditoriale al sud. Le assenze di Alfio, unite alla sua estrema gelosia, inducono Sonia alla
trasgressione, facendola fantasticare sullo sconosciuto che lei vede ogni sera dalla propria finestra
nelle ore notturne.
L’uomo, un insegnante di inglese molto più grande di Sonia, è inizialmente ignaro di essere
osservato. In seguito Sonia cerca di avvicinarlo, ed inizia uno scambio tra i due, che però non porta
ad un avvicinamento reale, ma è sufficiente alla donna per continuare a coltivare delle fantasie che
lo riguardano.

 

 

  • Chi è il suo personaggio preferito? Ha qualcosa in comune con lei/lui?

La sorella di Sonia. Una donna spregiudicata e ironica, che cerca di distogliere Sonia da questa
assurda infatuazione, consigliandole al contempo di allontanarsi pure dal compagno violento. Con
la scrittrice condivide un fondo di razionalità, ed il senso dell’umorismo.

 

 

  •  Qual è la difficoltà più grande che deve affrontare la protagonista?

Liberarsi dalle proprie fantasie, e soprattutto dalle paure che queste nascondono. Affrontare Alfio e
ritornare ad una indipendenza psicologica ed affettiva che la porti verso un diverso equilibrio
mentale ed emotivo.

 

 

  • C’è qualche curiosità che non ha scritto nel romanzo e vuole condividere con i lettori?

La tartaruga di alabastro che compare ad un certo punto del romanzo corrisponde ad un fermacarte
che si trova nello studio di mia sorella.

 

 

  • Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Dedicarmi nuovamente alla poesia.

 

 

#Conosciamol’autrice

Lea Dramis: anni di studi classici alle spalle prima della laurea in giurisprudenza, ha una lunga carriera come orafa, arrivando anche a disegnare e realizzare lei stessa gioielli. Nel 2010 pubblica Oltre il tuo sguardo e alcune sue poesie sono incluse nella raccolta Poesie d’amore – poeti italiani del
terzo millennio.

 

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Affari di famiglia di Francesco Muzzopappa | Recensione di Deborah Successivo Un libro per due: Le ribelli di Chandler Baker (Longanesi)