Pazza idea di Lexi Ryan | Recensione di Deborah

 

Pazza idea  di Lexi Ryan è il quinto capitolo della serie The Boys of Jackson Harbor.
La serie romantica è composta da: Il modo più sbagliato per amare, Un amore a senso unico, La verità del nostro amore e Il modo giusto per sbagliare.

 

Ho paura di mandare tutto a quel paese, di prenderla tra le mie braccia prima che uno dei due capisca se è davvero la cosa migliore. Solo perché è quello che voglio in questo momento, non significa che sia ciò di cui ho bisogno.

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 16 settembre 2020
Pagine: 323
Prezzo: 5.99 € ebook

L’unica cosa peggiore di essere single al matrimonio di mia sorella è scoprire che ci sarà anche il mio ex. Non uno qualsiasi: quello che tutti si aspettavano che avrei sposato, quello a cui cercavo di sfuggire venendo a Jackson Harbor. Ora mi serve un accompagnatore, e in fretta. È qui che entra in scena Carter Jackson, il vigile del fuoco che sta subendo malvolentieri i suoi cinque minuti di fama, da quando una sua foto a petto nudo nell’atto di salvare un cucciolo è diventata virale. Non fa altro che schivare proposte a destra e a manca, e ha bisogno tanto quanto me di un fidanzamento di copertura. Dolce e sexy, Carter è completamente off-limits. Perché io ho una regola. Una regola contro il mal di cuore. Carter è un mio amico, noto per spezzare cuori, e il suo lavoro lo mette quotidianamente in pericolo: non posso affrontare tutto questo. La nostra relazione sarà anche finta, ma la chimica tra noi diventa ogni giorno più difficile da ignorare. Anche se mi fa impazzire, devo tenere Carter a distanza di sicurezza. Una distanza che potrebbe non essere sufficiente per tenere al sicuro il mio cuore.

 

Coloriamo di rosa la giornata con il nuovo romance di Lexi Ryan, Pazza idea è il quinto capitolo della serie The Boys of Jackson Harbor. In questi giorni avevo proprio bisogno di una lettura frizzante e veloce, avevo necessità di staccare la spina da un denso mattoncino che si era fatto un po’ pesante. Pazza idea si è rivelato un romance piacevole e leggero, ora sono pronta a riprendere la lettura dell’Epopea americana con il ricordo di una storia d’amore molto carina.

Non conoscevo Lexi Ryan, Pazza idea è stato il mio primo romance della serie dedicata a Jackson Harbor e da quello che ho scoperto in giro sul web post lettura forse non si tratta del romanzo più appassionante della saga. Personalmente la storia non mi è dispiaciuta e ancora meno mi è dispiaciuto lo stile di scrittura dell’autrice. La voce di Lexi Ryan ha tutte le caratteristiche per sapere come incollarti alle sue pagine e rapirti in un’appassionante storia d’amore grazie a uno stile giovane e frizzante. L’autrice ha creato una storia con diverse potenzialità, come quasi in tutti i romance abbiamo un’abbondante dose di passione e una discreta razione di dramma. Il dramma in questo caso riguarda il passato della protagonista, Teagan, e si tratta di un argomento molto delicato, un problema del quale purtroppo si sente spesso parlare al giorno d’oggi.

 

Forse l’amore è una persona che ti ricorda chi sei. Forse è una persona che ti aiuta a vederti così chiaramente che poi hai il coraggio di dire di no, quando ti viene chiesto di dare troppo.

 

Il romance è un genere leggero, voglio però credere che dietro alla scelta d’inserire una problematica di questo tipo ci sia l’intenzione d’inviare un messaggio di speranza riguardo la possibilità di trovare serenità e amore, anche se nel proprio passato ci sono ombre importanti. Mi è dispiaciuto molto che alla fine l’abisso nel quale era immersa la protagonista sia rimasto un po’ incompiuto, ho avuto la sensazione che non ci fosse una vera e propria soluzione a livello pratico. Tutto sommato se avessi saputo che dentro questo romance avrei incontrato un argomento così delicato non so se avrei affrontato la lettura, sono dell’idea che certe tematiche sarebbe meglio non toccarle in un romanzo d’intrattenimento. Forse ho avuto questa reazione perché rifletto molto su ciò che leggo, anche se sono di fronte a un libro leggero tendo a trasportare le vicende di fantasia nella realtà.

Leggendo la trama quello che mi aspettavo da questo romanzo era la possibilità di essere immersa in situazioni leggere, imbarazzanti e divertenti; infondo pensando a un matrimonio in compagnia un ex fidanzato e un finto fidanzato immaginavo solo una sana dose di risate condita con un goccio di malizia. Queste situazioni per fortuna ci sono state ma è sempre stato presente un retrogusto di serietà e pericolo, Pazza idea porta alla luce una vinceda dura, nel complesso la storia mi è piaciuta ma speravo in un riguardo maggiore verso la problematica trattata. Comunque la storia tra Teagan e Carter è carina, mi sono piaciuti i protagonisti e mi è piaciuto come si sono innamorati. Pazza idea è un libro autoconclusivo che può essere letto in modo indipendente, certo nell’aria aleggia un po’ il sentore delle storie romantiche degli altri fratelli Jackson ma non è niente di così propedeutico.

 

 

Teagan è un’infermiera, si è trasferita qualche anno fa a Jackson Harbor per sfuggire al passato e a un ex opprimente; ora sembra aver ritrovato un ottimo equilibro tra lavoro e amicizia. La giovane donna è stata accolta a braccia aperte dalla città e dalla famiglia Jackson, lontano dalle ombre del passato Teagan è finalmente felice, lo è ancor di più pensando al matrimonio della sorella minore che si terrà proprio nella sua cittadina adottiva. Teagan è molto legata alla sorella e al futuro sposo, sarebbe al settimo cielo se potessero trasferirsi anche loro a Jackson Harbor, è entusiasta per il matrimonio fino a che non scopre la presenza del suo ex fidanzato.

L’ex fidanzato è rimasto in ottimi rapporti con la famiglia di Teagan tanto che i genitori sperano ancora in un ritorno di fiamma, in realtà dietro la relazione c’è molto non detto, un trascorso di grande sofferenza che la giovane tiene serrato nel suo cuore. Teagan decide di chiedere all’amico Carter di fingere di nuovo di essere il suo fidanzato, infondo deve sdebitarsi per averla posta improvvisamente sotto le luci dei riflettori affermando che fossero una coppia. Essere la finta fidanzata di Carter in realtà non dispiace per niente alla protagonista, è sempre stata attratta dall’uomo ma fino a ora ha saputo come tenere a freno la passione e i sentimenti. Carter nonostante abbia bandito dalla propria vita i legami sentimentali a seguito di un evento traumatico con Teagan si sente diverso, sente che tutto è diverso e vorrebbe che niente di quello che sta succedendo tra loro fosse una finzione, perché infondo non lo è. Insomma le premesse ideate da Lexi Ryan sono ottime per un matrimonio scoppiettante!

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente The Whispering room: Siero nero di Matteo Kabra Lorenzi Successivo Review Tour: Delitto a Porta Vittoria di Pietro Brambati